L’analisi del mercato azionario a cura di Pasquale Ferraro

telecomTELECOM  ITALIA: quadro grafico incerto.

Quadro grafico ancora incerto per Telecom Italia; gli investitori sono in attesa di risposte certe da parte della società telefonica. Il titolo si mantiene in prossimità del primo supporto strategico a 0,88 euro. In mancanza di una reazione decisa si fa sempre più pressante il rischio che tale livello venga violato e che le quotazioni tornino a quota 0,856 euro. Al contrario, una vittoria sopra la resistenza a 0,95 euro fornirebbe una forte indicazione (primo target a 0,99 euro). Nelle prossime sedute potremmo assistere a speculazioni sul titolo o ad alti e bassi. Si attendono notizie su Metroweb- F2i, sul fronte brasiliano Tim Brasil. Il titolo ha archiviato l’ultima seduta in progresso dello 0,5% a 0,8945 euro (0,8825 euro prezzo min. giornata); ordini: 5561; controvalore:61216927,57.

UN TITOLO PER IL TRADING

Oggi nella rubrica “Un titolo per il Trading” (i titoli pronti a partire) abbiamo scelto:

 Fase di consolidamento per il titolo Monrif, che sta costruendo una base da cui ripartire dopo la discesa delle ultime sedute che ha visto i prezzi scendere da 0,3079 euro (8 Dicembre) fino a 0,2819 euro (22 Dicembre). Fondamentale in questo scenario diventa la tenuta dell’area compresa tra 0,277 e 0,281 euro. E’ possibile che nelle prossime sedute potremmo assistere ad un rialzo che proietterà le quotazioni in area 0,31 euro. Indicazioni ribassiste verrebbero invece inviate in caso di discese al di sotto di 0,275 euro, evento al seguito del quale il titolo dovrebbe tornare a quota 0,25 euro. Titolo altamente volatile.

Per chi volesse acquistare il titolo: intervenire in acquisto in area 0,28 euro per l’obiettivo a 0,31 euro.

Per chi è già in possesso del titolo: incrementare, vendere sotto quota 0,275 euro, per evitare un ulteriore discesa fino 0,25 euro.

 Nelle ultime settimane (dal 24 Novembre) il titolo Falck Renewables ha subito una nuova discesa, un movimento che ha ricondotto i corsi in area 0,92 euro. Ora la prospettiva ribassista potrà cadere solo con un corposo rimbalzo e il superamento di 0,95 euro, che introdurrebbe al probabile allungo a 1,01 euro. Discese al di sotto del supporto strategico (area 0,90 euro) spingerebbero le quotazioni del titolo del gruppo Falck verso il target a quota 0,875 e successivamente a 0,85 euro.

Per chi volesse acquistare il titolo: intervenire in acquisto in area 0,90 euro per l’obiettivo a 1,01 euro.

Per chi è già in possesso del titolo: attendere, vendere sotto quota 0,089 euro, per evitare un ulteriore discesa fino 0,875 euro.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close