L’assessore regionale Facciolla: “Ricerca ed innovazione a tutela della biodiversità”

“Tutelare e valorizzare la biodiversità è fondamentale, non a caso all’interno del nuovo Piano di Sviluppo Rurale della Regione Molise, tutt’ora in fase di elaborazione, circa trenta milioni di Euro saranno destinati all’innovazione ed alla ricerca. Pertanto ben vengano queste iniziative”: con queste parole l’Assessore Regionale alle Politiche Agricole, Vittorino Facciolla, ha concluso il convegno sulla ‘Micropropagazione. Uno strumento per lo sviluppo della vivaistica molisana’ in programma questa mattina presso il vivaio regionale ‘Selva del Campo’ di Campochiaro. Un incontro teso a sottolineare l’importanza della coltura in vitro come strumento per la conservazione della biodiversità, la valorizzazione delle produzioni e la tutela del territorio, nonché ad evidenziare le attività del laboratorio di micropropagazione di Campochiaro che ha già effettuato delle riproduzioni di alcune piante da frutto autoctone del Molise.

“Dobbiamo inserirci con azioni di protagonismo all’interno dell’Europa – continua l’Assessore Facciolla – dare importanza all’attività formativa dell’uomo per essere al centro dell’azione politico-strategica di questa Regione. Stiamo scrivendo il nuovo PSR mettendo a disposizione una somma importantissima per la ricerca e l’innovazione al fine di tutelare la biodiversità regionale e farne un’occasione di reddito”.

Una tecnica, la micropropagazione, che può, in effetti, contribuire alla salvaguardia della biodiversità vegetale dal momento che le piante micropropagate si presentano ‘migliorate’: sane, esenti da virus e batteri, vigorose e di prima generazione.

Una bella realtà, quella di Campochiaro, scaturita dallo sfruttamento di una misura del vecchio PSR  e rappresentativa di grosse potenzialità sia in termini di caratterizzazione della nostra Regione sia in termini di nuovi sbocchi lavorativi.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close