Legge elettorale, a Palazzo Madama Ruta vota contro con le direttive del Pd: “No a una Camera di nominati”

Il Senatore Roberto Ruta durante la conferenza stampa di venerdì 24 ottobre 2014
Il senatore Roberto Ruta

“Pieno sostegno all’emendamento Gotor all’Italicum che ho sottoscritto con convinzione  e votato per dire no ad un parlamento di nominati”: lo ha scritto il senatore del Partito Democratico, Roberto Ruta.

“Con il sistema di liste bloccate – spiega Rutail numero dei parlamentari nominati rischia di essere maggiore rispetto a quello dei parlamentari eletti dai cittadini. L’emendamento Gotor respinto dall’Aula mirava a garantire che almeno il 70% dei deputati dell’unica camera eletta a suffragio universale, venissero individuati direttamente dai cittadini e non nominati dalle segreterie dei partiti. Il Partito Democratico e Forza Italia hanno scelto un’altra strada e per questo ho votato con convinzione in dissenso dal mio gruppo. Del resto, con la riforma costituzionale già approvata dall’Aula, il nuovo Senato viene eletto dai consigli regionali e non direttamente dal popolo”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close