Riccia, rivoluzione nell’illuminazione. Il sindaco Fanelli: “Risparmio, miglior servizio e maggiore sicurezza”

piazzale ricciaIlluminazione migliore, più sicurezza sulle nostre strade, risparmio energetico e quindi di risorse pubbliche. Un salto di qualità per Riccia nel contesto dello sviluppo sostenibile e tecnologicamente avanzato. Sono molto soddisfatta, è uno dei progetti più importanti della mia amministrazione”. Micaela Fanelli, sindaco di Riccia, evidenzia tutti gli aspetti positivi della riqualificazione dell’impianto di illuminazione pubblica comunale. I lavori sono in via di completamento: consistono nella sostituzione di tutti i corpi illuminanti (circa 1000) con lampade LED nel primo anno. “Il passaggio all’illuminazione pubblica a LED – spiega Fanelli – sta cambiando il volto della nostra cittadina: da una parte andiamo a ottimizzare l’illuminazione, dall’altra garantiamo un notevole risparmio energetico. La nostra rete di illuminazione pubblica era ormai obsoleta e comportava non pochi problemi gestionali con elevati costi di manutenzione. Era quindi necessario un grosso investimento e puntare anche sull’innovazione tecnologica in direzione Smart City. Questo ci permette anche una maggiore sicurezza nelle nostre strade.

Gli interventi, il cui costo sarà coperto completamente con il risparmio energetico ottenuto, sono stati eseguiti secondo un preciso cronoprogramma, e hanno incluso sia la sostituzione di tutti gli apparecchi con soluzioni a led di ultima generazione, sia interventi di adeguamento normativo e tecnologico per migliorarne l’efficienza e la qualità visiva, come ad esempio la sostituzione dei pali danneggiati presenti sul territorio comunale, garantendo ai cittadini la massima sicurezza. Inoltre è previsto l’ampliamento dell’impianto di pubblica illuminazione in via Feudo e c.da Montagna Fiorita. Secondo i calcoli, la spesa annua per l’energia elettrica diminuirà di circa 65mila euro, passando da circa 110mila a circa 45mila.

Il progetto posto a base di gara, elaborato con perizia dall’Ufficio Tecnico Comunale, dà “qualità all’attività della nostra amministrazione. Con orgoglio – continua Fanelli – voglio sottolineare che gli studi e le analisi preliminari alla redazione del progetto e il PRIC sono stati oggetto di una tesi di laurea discussa presso l’Università “La Sapienza” di Roma e per la quale l’ing. Alfonsino Moffa è stato correlatore”.

Tutti gli apparecchi – aggiunge il sindaco di Riccia – saranno sostituiti con soluzioni a led di ultima generazione, consentendo un risparmio energetico complessivo pari a circa il 47% e destinato ad aumentare fino a ben oltre il 50% ad intervento completato. Voglio ringraziare gli Assessori e l’ing. Moffa, responsabile dell’Ufficio tecnico comunale, che si sono impegnati in questo progetto. Il nuovo servizio di gestione dell’illuminazione pubblica è una scelta strategica che mira a tre obiettivi: l’efficientamento energetico in linea con il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile (PAES) e con il Piano Regolatore dell’Illuminazione Comunale (PRIC), un netto miglioramento del servizio e un risparmio economico”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

Close