Scomparsa Molinari, il consigliere regionale Parpiglia, ex calciatore del Lupo: “Vulcanico, vincente e generoso”

Il consigliere regionale Parpiglia con il presidente Tonino Molinari
Il consigliere regionale Parpiglia con il presidente Tonino Molinari

“Vulcanico, vincente e, soprattutto, generoso”: così esordisce il consigliere regionale, delegato allo sport, Carmelo Parpiglia, ex calciatore dei lupi durante l’era Molinari.

Tonino Molinari – prosegue la nota stampa – è stato il mio Presidente e quello di tutti i molisani che hanno coltivato il sogno poi diventato realtà di diventare competitivi non solo nello sport ma anche sul piano economico e sociale. Lo ricordo così, il Presidente, entusiasta e presente. Voleva vincere, sempre, anche quando, sul campo, incrociavamo i tacchetti di squadre che rappresentavano città dal blasone sportivo notevole e dalle risorse economiche importanti. Palermo, Catania, Verona, Arezzo, Padova, Monza, Lecce, Bari, città ricche con cui quel Campobasso seppe confrontarsi ad armi pari grazie alla forza di Molinari. Con una base così robusta, anche Lazio e Milan hanno dovuto fare i conti con noi.

Ricordo quando il Presidente seguiva gli allenamenti o quando ci convocava, spesso il venerdì prima delle partite, nella vecchia sede di via de Attellis, per trascinarci con la sua carica, quell’entusiasmo che ha portato il Campobasso e l’intera regione sportiva a raggiungere traguardi impensabili fino a pochi anni prima.

Sul piano mediatico sono stati anni importanti per il Molise. Molinari è riuscito a veicolare lontano il lato positivo della città. Non si risparmiava, perché era un generoso, anche nel senso letterale del termine. I premi e gli elogi con i quali incentivava noi calciatori a fare sempre meglio ne sono la prova.  Se dovessi commentare con un’unica frase i suoi meriti, non solo sportivi, direi che ha saputo accendere l’orgoglio e l’ambizione di un intero territorio.

In questo momento triste per lo sport e per la regione, il mio pensiero e la mia vicinanza vanno alla moglie del Presidente e alle amate figlie, che perdono, come tutto il Molise, un solido punto di riferimento”.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

Close