Termoli, le attività della Polizia di prevenzione e contrasto ai reati

poliziaNell’ottica di proseguire il progetto di prevenzione che ha già permesso di conseguire positivi risultati e di rafforzare nella collettività la percezione della sicurezza, la Polizia di Stato ha ulteriormente potenziato, nella città di Termoli, i servizi di prevenzione e di controllo del territorio, supportati anche da una mirata attività info-investigativa.

Finalizzato a contrastare, in modo adeguato, i reati che destano maggiore allarme sociale – quali furti, rapine ed altre simili tipologie di reati, aumentando, nel contempo, la presenza e la visibilità della Polizia di Stato con una maggiore attenzione alla sicurezza per i cittadini, il dispositivo è stato attuato –  nei giorni scorsi, con il concorso del personale della Squadra Volante del Commissariato di P.S. di Termoli, della Questura di Campobasso,  anche con l’utilizzo di moto con colori di istituto e il concorso di equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine “Abruzzo”.

L’attività messa in atto dalla Polizia dal lunedì 17 scorso a oggi, attraverso un’incisiva azione coordinata tra le varie componenti impiegate che hanno operato controlli dinamici in ambito cittadino e su strade periferiche, ha consentito di identificare 321  persone, delle quali 35 sono risultate con precedenti di polizia, controllare  236 veicoli ed elevare 6 violazioni del Codice della Strada, di cui 1 per mancata revisione.

Nel corso dei servizi gli operatori della Volante del Commissariato hanno denunciato per furto un uomo, (DPA le inizali del nome) 43enne, pregiudicato, e una donna, Z.A. di anni 41, entrambi residenti a Termoli. Nel tardo pomeriggio di ieri, i due erano stati sorpresi dinanzi agli uffici dell’Asrem mentre caricavano sulla loro Lancia Y alcune aste di alluminio, dichiarando agli agenti che stavano effettuando un trasloco. Ritenuta la dichiarazione poco convincente, i poliziotti hanno appurato, presso l’azienda sanitaria, che il materiale in alluminio era stato sottratto proprio da quegli uffici. L’uomo e la donna, condotti in commissariato, sono stati  pertanto denunciati, mentre il materiale sequestrato è stato restituito all’Azienda sanitaria che, nel contempo, formalizzava la denuncia di furto.

E’ stata altresì notificata un’ordinanza di misura cautelare dell’allontanamento dall’abitazione familiare, emessa dal Gip di Larino nei confronti di un 50enne residente a Termoli, resosi protagonista di violenze fisiche e minacce nei confronti della moglie, dalla quale era in procinto di separarsi, e dei figli. Il comportamento dell’uomo, che in più occasioni aveva reso necessario l’intervento della Volante del Commissariato, aveva indotto i familiari a presentare varie denunce, dalle quali scaturiva un’accurata informativa di Polizia alla Procura della Repubblica di Larino che, ritenendone validi i presupposti, provvedeva ad emettere il provvedimento di allontanamento.

Continua, infine, ad operare il presidio mobile (camper) recentemente attivato a Termoli che vede gli operatori della Polizia di Stato impegnati a garantire la sicurezza in ambito cittadino, venendo incontro alle innumerevoli istanze e richieste assistenza e informazione che pervengono in particolare dai turisti oltre che dai residenti. In tale contesto, prosegue l’opera di vicinanza nei confronti degli operatori commerciali della cittadina adriatica che, contattati quotidianamente, segnalano ai poliziotti situazioni  e persone sospette.

 

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close