Truffa a un ottantaseienne, denunciato un un uomo di origini campane

La Caserma 'Testa' di Campobasso
La Caserma ‘Testa’ di Campobasso

Un quarantaquattrenne di origini campane, responsabile di una truffa ai danni di un anziano, è stato denunciato dai Carabinieri di Campobasso.

Due uomini a bordo di una Fiat Idea di colore blu avevano simulato di esser stati urtati da un ottantaseienne che viaggiava a bordo della sua autovettura e, scendendo dall’auto, si erano qualificati come Carabinieri chiedendo all’anziano 200 euro per risolvere bonariamente la vicenda.

La vittima aveva con sé solo cento euro e i due malfattori si erano subito mostrati disponibili ad accompagnarlo presso un servizio bancomat di un centro commerciale del capoluogo dove l’uomo aveva ritirato altri cento euro che aveva consegnato ai due finti Carabinieri i quali, non paghi, raggirando il signore, si erano fatti consegnare la carta bancomat ed i relativo pin.

Le indagini subito poste in essere dai Carabinieri della Stazione di Campobasso hanno permesso, attraverso la visione dei filmati delle telecamere di videosorveglianza del centro commerciale dove era stato fatto il prelievo, di individuare l’autoveicolo, risultato intestato al napoletano, A.L. classe 1971.

Lo stesso è stato immediatamente riconosciuto dai militari per essere già stato in precedenza denunciato alla competente autorità giudiziaria per una medesima fattispecie delittuosa; l’approfondimento investigativo ha consentito altresì di denunciare il medesimo per illecito utilizzo di carta di pagamento per avere effettuato un altro successivo prelievo dell’importo di 500 euro presso lo stesso servizio bancomat. La stessa carta bancomat è stata di seguito utilizzata presso esercizi commerciali in Campania per effettuare degli acquisti.

A.L., destinatario del foglio di via obbligatorio dal comune di Campobasso, emesso proprio sulla base di una richiesta dei Carabinieri del capoluogo molisano, per la consumazione di identiche fattispecie delittuose, è stato altresì deferito per aver violato il citato provvedimento.

“L’individuazione dell’autore del reato non è la prima fatta dai Carabinieri di Campobasso che hanno in altre occasioni proceduto all’arresto, in flagranza di reato, di soggetti sempre provenienti dalla limitrofa Campania dediti al compimento di truffe in danno degli anziani”: è quanto si legge nella nota stampa dei Carabinieri di Campobasso.

“Proprio agli anziani – si legge nel comunicato stampasi rivolge l’invito a non cedere alla richiesta di denaro da parte di sconosciuti per risolvere bonariamente controversie derivanti da finti sinistri stradali nei quali i malfattori simulano di essere coinvolti o da persone che contattano le vittime telefonicamente richiedendo danaro da consegnare ad un incaricato che li raggiungerà riferendo che quei soldi servono per pagare l’assicurazione scaduta di autoveicoli in suo a loro prossimi congiunti i quali avrebbero causato incidenti e che sarebbero in grosse difficoltà”.

 

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close