Sport

Il calvario del Campobasso non conosce soste: L’Aquila si impone 4-1. Lupi irriconoscibili

Gol della bandiera dei molisani ad opera di Gomes. Per gli abruzzesi doppietta di De Iulis e reti di Ibe e Cafiero

L’AQUILA – CAMPOBASSO 4-1

L’Aquila: Faglioni, Gagliardini (89′ Boninsegni), Sieno, Steri (85′ Sbarzella), Pupeschi, Ruci, De Iulis (66′ Padovani), Boldrini (17′ Di Paolo), Ibe (72′ Fabrizi), Cafiero, Esposito. A disp. Scolavino, Tiari, Fermo, Di Natale. All. Pier Francesco Battistini.

Campobasso: Riccio, Capozzi (69′ Menna), Elefante, Danucci, Benvenga (20′ Ribeiro), Del Duca, Del Prete, Amabile (39′ Esposito Lauri), Balistreri, Varsi (42′ Gomes), Marzano (39′ Gerardi). A disp. Borrelli, Strianese, Bolzan, Gerardi, Landi. All. Antonio Foglia Manzillo.

Reti: 2′ e 37′ (rig.) De Iulis, 32′ Ibe, 70′ Gomes, 80′ Cafiero.

Arbitro: Andrea Cattaneo della sezione di Civitavecchia (Marchionni di Foligno – Sabatino di Foggia).

Piove sul bagnato in casa Campobasso. I lupi perdono la quarta partita consecutiva, cedendo all’Aquila per 4-1, stesso punteggio che aveva visto i rossoblù di Foglia Manzillo perdere contro la Recanatese. In meno un mese si è passati dalla possibilità di agguantare i playoff al pericolo playout, il cui margine di vantaggio è di appena tre punti sull’Agnonese e di sei lunghezze sulla coppia Jesina-San Nicolò.

I lupi devono inseguire già dopo due giri di lancette, quando è De Iulis ad approfittare di una disattenzione della retroguardia molisana, segnando il gol dell’1-0 in favore dell’Aquila.

La squadra di Battistini, che rischiava di non poter giocare l’incontro a causa dei noti guai societari, raddoppia al minuto 32, quando Ibe induce l’estremo difensore Riccio al più classico degli infortuni, che possono colpire gli estremi difensori.

Il tris aquilano arriva al 37′ con un calcio di rigore trasformato da De Iulis, il quale trova la doppietta di giornata.

Il Campobasso, tramortito, tenta una timida reazione nella ripresa e al 70′ riesce ad accorciare le distanze con una incornata di Gomes, ma è solo un fuoco di paglia perché L’Aquila chiude la contesa sul 4-1, grazie al gol di Cafiero, che finalizza un assist di Sieno.

Sui lupi è notte fonda e, a questo punto, l’ambiente spera che passi in fretta l’ultimo mese, in modo che si porrà fine a questo calvario. Domenica 8 aprile al ‘Nuovo Romagnoli’ arriverà il Pineto, match che precederà la gara in casa della capolista Matelica: contro gli abruzzesi per i lupi ci sarà a disposizione solo la vittoria.

La classifica: Matelica 65; Vis Pesaro 63; Avezzano 51; Vastese 47; San Marino e L’Aquila 45; Castelfidardo 43; Sangiustese 42; Pineto e Francavilla 41; Recanatese 37; Campobasso (-4) 36; Olympia Agnonese 33; Jesina e San Nicolò 30; Monticelli 23; Fabriano Cerreto* 19; Nerostellati 15.

redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close