Sport

Bocce, la Frosolonese è campione regionale di Seconda categoria. In finale battuta l’Avis Campobasso

La squadra del tecnico Gregorio Valente è composta da Pasquale Mangione, Giuseppe Formato, Ernesto Di Iorio, Giuliano Iapaolo ed Eugenio Ricciardone

La Bocciofila Frosolonese si aggiudica il titolo regionale di Seconda categoria (squadre composte da atleti di categoria B), al termine delle fasi regionali dei Campionati Italiani di Società.

La squadra del tecnico Gregorio Valente ha centrato l’impresa nella finale di ritorno, ribaltando il risultato dell’andata ai danni dell’Avis Campobasso.

L’incontro nel capoluogo di regione, disputato al Centro Tecnico Regionale, terminato 2-0 (6-2 il computo dei set) in favore dei campobassani, aveva dato un grande vantaggio all’Avis per poter staccare il pass per le fasi interregionali dei tricolori societari.

Alla Frosolonese serviva una prestazione priva di errori, per provare a ribaltare il risultato dell’andata. E il match di Frosolone ha visto una prestazione superlativa, caratterizzata dalla vittoria di quattro set nella prima fase del match, i due individuali (8-0 / 8-7) e le due terne (8-0 / 8-1).

Forti del netto vantaggio, la Frosolone fa suoi gli altri tre set di coppia sugli altri quattro previsti dal regolamento, ribaltando il risultato dell’andata con il 3-0 (7-1 il computo dei set), utile per approdare al turno successivo dei tricolori societari.

La Frosolonese, composta da Pasquale Mangione, Giuseppe Formato, Ernesto Di Iorio, Giuliano Iapaolo ed Eugenio Ricciardone, ora attende la vincente della finale regionale in Basilicata tra la Montereale Potenza e la Rionerese di Rionero im Vulture, con l’andata nel capoluogo lucano terminata in parità.

Le due sfide sono in programma il 3 marzo a Frosolone e sette giorni più tardi in terra lucana. La vincente proseguirà la corsa verso le final eight di Roma, con la sfida alla società vincitrice del raggruppamento pugliese.

“Siamo soddisfatti del risultato raggiunto – ha affermato il presidente della Frosolonese, Pasquale Mangione, nell’occasione protagonista anche in campo come atleta – Non era semplice dopo il risultato del match d’andata, ma è prevalsa la nostra voglia di misurarci fuori regione. Serviva una grande prestazione, che è arrivata. E per questo mi complimento con tutti gli atleti che sono scesi in campo all’andata e al ritorno della finale regionale. Per una cittadina come Frosolone sono importanti i successi sportivi, perché grazie allo sport si parla delle piccole comunità che formano il nostro Molise. Siamo orgogliosi di portare il nome di Frosolone fuori dai confini regionali, rappresentando il Molise in campo nazionale”.

Presente all’incontro il presidente del Comitato Regionale FIB Molise, Angelo Spina, per il quale “abbiamo assistito a un incontro di buon livello, reso emozionante dalla rimonta della Frosolonese, a cui vanno i miei complimenti per l’impegno e la voglia di provare, comunque, a qualificarsi, nonostante il risultato dell’andata. La Frosolonese è una società che si impegna per divulgare lo sport delle bocce, non tirandosi indietro dietro agli investimenti, necessari per migliorare la qualità della nostra disciplina sportiva, così come ha fatto da qualche settimana, avendo provveduto al rifacimento delle corsie da gioco del proprio bocciodromo”.

“I miei complimenti – ha sottolineato Spinavanno anche all’Avis Campobasso, società nata da cinque mesi, che già sta ottenendo ottimi risultati. Un club, che, nonostante sia stato fondato da poco, ha già coinvolto oltre cinquanta soci, alcuni bocciofili ritornati nel circus dopo diversi anni, altri neofiti e già molto appassionati della nostra disciplina sportiva”.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close