Sport

Il molisano Giorgio Marinucci Palermo è un nuovo calciatore del Campobasso. Esperienza, quantità e qualità a centrocampo: torna in rossoblù e nella sua regione dopo dodici anni trascorsi in giro per l’Italia

Giorgio Marinucci Palermo con la maglia del Matera. In homepage con la divisa della Fermana
Giorgio Marinucci Palermo con la maglia del Matera. In homepage con la divisa della Fermana

GIUSEPPE FORMATO

Giorgio Marinucci Palermo, centrocampista centrale classe 1980 di Rotello, è un nuovo calciatore del Campobasso. Per l’ex capitano del Matera (stagione 2012/2013, 29 gare e 4 reti) e della Fermana (2013/2014, 21 presenze e 3 gol), si tratta di un ritorno, avendo giocato in rossoblù, sotto la presidenza di Adelmo Berardo, dal gennaio al maggio del 2002 in serie C2, totalizzando otto presenze.

La chiusura della trattativa, che andava avanti da circa un mese, c’è stata questa mattina, venerdì 18 luglio, con l’incontro decisivo tra il mediano molisano e il direttore generale del Campobasso, Marco Meo.

Marinucci Palermo è cresciuto calcisticamente nella scuola calcio Acli e nella stagione 1998/1999, grazie ai buoni rapporti con il Castel di Sangro, entrò nell’orbita del club abruzzese, con il quale giocò nella formazione ‘Primavera’. Prima esperienza in serie D nel torneo 1999/2000 al Bojano, sotto la guida di Vincenzo Cosco, e 31 presenze da under. Rientrato a Castel di Sangro, Marinucci Palermo giocò sette partite nel 2000/2001 e tre gare la stagione successiva, prima del passaggio al Campobasso.

A quasi 22 anni inizia a giocare con continuità e la sua carriera vede due anni al Castel di Sangro in serie C2 con 23 gare e tre gol nel 2002/2003 e 30 presenze con una realizzazione l’anno seguente. Nel 2004/2005 si trasferisce alla Val di Sangro, in serie D, voluto dal molisano Cosco e, dopo un secondo posto alla prima annata, nel 2005/2006 vince il campionato. Nel 2006/2007 si trasferisce al Como (serie D, 17 gare e due reti), prima del rientro, a gennaio 2007, alla Val di Sangro, dove gioca 17 partite, segnando due reti e giungendo a un solo punto dai playoff. Cosco lo porta con sé, nella stagione 2007/2008, alla Paganese in serie C1: nel girone di andata scende in campo 14 volte, trasferendosi a gennaio 2008 al Gela, giocando 14 gare in C2. Resta in Sicilia l’anno successivo, dove ritrova come allenatore Cosco, nell’ultima esperienza che hanno condiviso insieme. 28 le sue presenze con 4 gol e il salto di categoria in C1 sfumato nella finalissima dei playoff. Nella stagione 2009/2010 gioca, in serie C2, con il Fano (34 gare e una rete), poi due stagioni consecutive con il Neapolis di patron Moxedano, sempre in Lega Pro, Seconda divisione, scendendo in campo in 63 occasioni con due realizzazioni. Nel 2012/2013 e nell’ultima annata gioca in serie D col Matera e con la Fermana, in entrambe le occasioni vissute da capitano del team. Nella Città dei Sassi ha giocato con i due rossoblù, Todino e Di Gennaro.

Nella sua carriera si contano, dunque, 24 gare in serie C1, 217 partite in serie C2 con 13 gol e 154 presenze in serie D, condite da 17 reti. In totale, quindi, tra serie C1, C2 e D, il neo-calciatore del Campobasso vanta 395 gettoni di presenza in campionato con 30 gol all’attivo.

Gran colpo di mercato per i lupi: Giorgio Marinucci Palermo è uno dei pochi calciatori molisani che ha fatto strada nel professionismo negli ultimi 20 anni e a centrocampo darà sostanza, esperienza e qualità, necessari al Campobasso nel prossimo, difficile, campionato di serie D.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close