Cultura

#IononSorveglioSveglio: l’iniziativa ‘Teacher Pride’ anche nelle scuole di Campobasso. Lettura degli art. 21 e 33 della Costituzione Italiana

Libertà di pensiero e parola, libertà di insegnamento: l’iniziativa ‘Teacher Pride’ nasce per sostenere la professoressa siciliana Rosa Maria dell’Aria, sospesa dal servizio per non aver ‘sorvegliato’ sulle slides dei suoi studenti. Letture e riflessioni di gruppo sugli articoli n.21 e n. 33 della Costituzione anche nei Licei e Istituti Tecnici di Campobasso

La storia della docente siciliana, Rosa Maria dell’Aria, ha generato grande scalpore, indignazione e soprattutto solidarietà morale. La professoressa di un Istituto Industriale è stata sospesa dal servizio, rea per non aver ‘sorvegliato’ sul lavoro eseguito dai suoi studenti 14enni che, in occasione della Giornata della Memoria, hanno proiettato delle slides in cui hanno messo a confronto le Leggi razziali con il ‘Decreto Sicurezza’ del Ministro Salvini.

È scattata la macchina della solidarietà per l’insegnante attraverso una petizione ‘Sosteniamo la professoressa Rosa Maria dell’Aria’ indirizzata al Ministro dell’Istruzione Bussetti per revocare la sospensione e reintegrare al servizio la docente.

Solidarietà manifestata anche dagli stessi studenti che ribadiscono la libertà di espressione, simbolo di un Paese democratico. Per questo, un Liceo di Ostia ha dato vita ad un’iniziativa nazionale, il ‘Teacher Pride’, con l’hashtag #IononSorveglioSveglio, arrivata fin da ieri nei Licei e Istituti scolastici del Molise.

Oggi gli studenti sospenderanno le attività ordinarie per creare delle ‘tavole rotonde’ di riflessione e discussione degli articoli n.21 e n.33 della Costituzione Italiana, quegli articoli che interessano la libertà di pensiero, di espressione e la libertà di insegnamento per i docenti.

Nel dettaglio, dalla Costituzione Italiana, all’articolo n.21 si legge: ‘Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure’

In merito alla libertà di insegnamento, leggiamo l’articolo n.33: ‘L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento. La Repubblica detta le norme generali sull’istruzione ed istituisce scuole statali per tutti gli ordini e gradi. Enti e privati hanno il diritto di istituire scuole ed istituti di educazione, senza oneri per lo Stato. La legge, nel fissare i diritti e gli obblighi delle scuole non statali che chiedono la parità, deve assicurare ad esse piena libertà e ai loro alunni un trattamento scolastico equipollente a quello degli alunni di scuole statali. E` prescritto un esame di Stato per l’ammissione ai vari ordini e gradi di scuole o per la conclusione di essi e per l’abilitazione all’esercizio professionale. Le istituzioni di alta cultura, università ed accademie, hanno il diritto di darsi ordinamenti autonomi nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato’.

Per chi volesse esprimere il proprio sostegno morale, è possibile firmare la petizione di change.org a questo link: https://www.change.org/p/rosa-maria-dell-aria-sosteniamo-la-professoressa-rosa-maria-dell-aria?signed=true .

mcgiovannitti

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close