CittàCultura

‘New Skills 4 news Jobs’: il Pilla di Campobasso nella rete di scuole che promuove le professioni del futuro

L’Istituto ‘Leopoldo Pilla’ di Campobasso fa parte della rete di scuole e partner del territorio coinvolti nel progetto ‘New Skills 4 news Jobs’ finanziato da Miur e di cui l’Istituto Boccardi di Termoli è capofila.

Obiettivo della proposta progettuale, selezionata a livello nazionale con il punteggio più alto tra quelli assegnati dalla Commissione ministeriale alle oltre 130 candidature pervenute, è la realizzazione di percorsi laboratoriali per il potenziamento delle competenze digitali degli studenti, la progettazione di soluzioni innovative per la realizzazione degli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda ONU 2030 e l’orientamento alle professioni e alle carriere digitali del futuro, in relazione ai settori della Digital Eco-brand Manager; salvaguardia dell’ambiente marino con tecnologia robotica a controllo digitale; recupero di suoli incolti e sviluppo della filiera, con utilizzo di droni e acquisizione di competenze di digital marketing.

Insieme ad altri istituti del territorio regionale e a 13 altri prestigiosi partner, il Pilla farà parte dell’iniziativa che il Ministero ha scelto per promuovere lo sviluppo delle professioni del futuro. Ovvero carriere capaci di innestarsi su un’ottima padronanza delle competenze digitali e ambienti multimediali, che siano però rispettose dello sviluppo sostenibile.

L’iniziativa che sarà sviluppata attraverso 5 fasi progettuali nell’arco temporale di 24 mesi, prevederà diverse linee di azioni: dalla formazione dei docenti a quella degli allievi. Si parte dagli studenti della secondaria di primo grado, per arrivare agli allievi della secondaria di secondo grado.

Nel dettaglio, il progetto prevede tre nuove figure professionali, tra cui il ‘Digital Eco -Brand Manager’, che si occupa di definire le strategie di marketing unendo quelle tradizionali di vendita e comunicazione a quelle legate ai sistemi digitali sulle basi della mission e della vision aziendale.

Il percorso ‘KM Doppio Zero’ che stimolerà, invece, il recupero di suoli incolti nei centri urbani all’uso di tecnologie innovative non invasive alla conoscenza degli attrezzi agricoli e delle attrezzature di cucina alla strategia dei digital marketing.

Ci sarà poi il percorso finalizzato alla salvaguardia dell’ambiente marino, per la promozione di nuove competenze nel campo delle professioni marittime legate al monitoraggio alla tutela e conservazione delle acque marine con particolare attenzione alla lotta all’inquinamento all’indagine idrografica, alla ricerca oceanografica ed all’archeologia subacquea per mezzo delle nuove tecnologie robotiche a controllo digitale.

Un’iniziativa particolarmente importante che riunisce le scuole e i partner di tutto il territorio regionale e che si pone al fianco degli allievi per accompagnarli e prepararli a vincere le sfide del futuro.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close