60 anni del Movimento imprenditrici agricole, le donne della Coldiretti Molise guardano al futuro

DONNE IMPRESA 60 anni 2Il coordinamento regionale di Donne Impresa di Coldiretti Molise, nel celebrare i 60 anni di costituzione del Movimento delle imprenditrici agricole della più grande organizzazione agricola italiana, lo ha fatto in un’ottica completamente proiettata verso il futuro.
Il Molise è la regione con la più alta percentuale, nei diversi settori, di titolari di imprese donne, il 29% rispetto al 23% in Italia; in agricoltura le imprenditrici agricole sono circa 4.200 e rappresentano addirittura oltre il 40% del totale regionale dei titolari di azienda agricola, mentre a livello nazionale le aziende agricole in rosa sono il 28,9 per cento del totale. L’importanza delle imprese agricole, in particolare di quelle a conduzione femminile, per lo sviluppo socioeconomico del Molise, è stata evidenziata dalla responsabile di Donne Impresa di Coldiretti Molise, Mena Aloia, che ha sottolineato come la sostenibilità produttiva ed economica delle imprese agricole sia sempre coniugata con la sostenibilità sociale, benessere delle persone, e con la sostenibilità territoriale ed ambientale, attraverso la tutela della qualità e riproducibilità delle risorse naturali del Molise.

Il presidente vicario della Coldiretti provinciale di Campobasso, Tommaso Giagnacovo, si è soffermato sulla propensione, in particolare dei giovani, di ammodernare le imprese agricole, salvaguardando la genuinità delle produzioni tipiche molisane, che è la sfida continua alla quale sono chiamate le aziende agricole. Come è stato evidenziato da Giovanni Monaco, presidente vicario della Coldiretti Molise, il ruolo della donna imprenditrice agricola “ha enfatizzato la multifunzionalità dell’azienda agricola, come testimoniato dalle imprenditrici presenti, impegnate in agriturismo, agricoltura sociale ed altre attività connesse”.

Sulla forte spinta all’innovazione, nel rispetto delle tipicità delle coltivazioni, contenuta nel Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020 della regione Molise, si è soffermato il Direttore della Coldiretti Molise, Roberto Scano.
Le imprenditrici agricole presenti hanno ribadito la propria convinzione che sulla capacità di coniugare la sfida nel mercato con il rispetto dell’ambiente e la qualità della vita a contatto con la natura si gioca non solo il futuro delle tante migliaia di aziende agricole molisane, ma il futuro stesso della regione Molise, che, altamente rurale, può avere un adeguato sviluppo economico solo con la caratterizzazione dell’offerta agroindustriale attraverso la tipicità delle produzioni agricole locali, in sinergia con gli altri comparti del commercio, dell’artigianato e del turismo.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close