News dal Molise

I fantasmi di Evelina Santangelo e l’amore in fuga di Guido Catalano, doppio appuntamento per “Ti racconto un libro”

Un romanzo unico, feroce e contemporaneo, in cui i destini dei vivi e dei morti s’incrociano senza rumore, protagonista del prossimo incontro di Ti racconto un libro 2019, il laboratorio permanente sulla lettura e sulla narrazione – promosso e sostenuto dal Comune di Campobasso e realizzato dall’Unione Lettori Italiani, con la direzione artistica e organizzativa di Brunella Santoli e il patrocinio della Provincia di Campobasso.

Evelina Santangelo, talentuosa scrittrice palermitana, sa bene che per toccare il cuore della realtà, bisogna parlare di fantasmi, percorrendo una via diversa.

Nel suo Da un altro mondo rivive la tragedia di chi lascia la propria casa per una speranza che spesso si inabissa sul fondo del mare. Dall’altra parte, un’Europa a cui è dato seguire il destino di poche persone. Una donna, un ragazzo e un bambino. Tra sbarchi di clandestini in massa e pattuglie della polizia che presidiano il Paese, una nuova inquietudine infesta i sonni della gente: torme di bambini evanescenti che occupano lo spazio in silenzio, con uno sguardo che fa paura. «Il mistero dei bambini viventi», lo definisce qualcuno. Ma tutti i personaggi del romanzo di Evelina Santangelo sono spiriti nascosti, fiammate bianche che arrivano dai roghi più profondi. E hanno da raccontarci qualcosa d’importante che la forza della letteratura fa detonare, pagina dopo pagina, verso un finale sorprendente. Perché alla fine Da un altro mondo è anche un romanzo d’amore, di quel genere di amori che travalicano i confini ordinari dell’amore.

L’autrice, che dialogherà con Loredana Costa, incontrerà il pubblico lunedì 18 marzo alle ore 18.30 nel Circolo sannitico di Campobasso.

Il giorno dopo, martedì 19 marzo alle ore 18.30 nella sala del Circolo sannitico, sarà la volta di Guido Catalano, poeta e perfomer torinese che nel suo romanzo Tu non sei romantica racconta i tormenti di Giacomo Canicossa, poeta professionista vivente, alle prese con plurime sconfitte sentimentali mentre si cimenta con un romanzo segreto ad alto tasso di romanticismo con cui spera di vincere il Premio Strega.

Ma che senso ha il successo quando manca l’amore? La solitudine è tale che Giacomo inizia a soffrire di allucinazioni: nel suo salotto è comparso un bambino in pigiama, con grandi occhiali e una strana passione per la chimica, che si nutre solo di pizza e Nesquik. Insomma, c’è di che preoccuparsi. Ma Giacomo sa che per tutti i problemi c’è una soluzione infallibile: la fuga. Dopo il successo di D’amore si muore ma io no, Guido Catalano torna al romanzo con una storia piena di baci, di poesia, di gatti, di sguardi, ma anche di guerra e di paura, di sesso e di magia. E amore, ovviamente.

Il prossimo appuntamento con Ti racconto un libro vedrà protagonista il poeta e paesologo Franco Arminio che sarà a Campobasso giovedì 28 marzo con un doppio appuntamento. Nel pomeriggio, alle ore 15.30, Arminio sarà alla guida di Esercizi di osservazione, un originalissimo laboratorio poetico aperto a tutti coloro (disponibilità limitata) che vorranno cimentarsi con la poesia. Alle ore 18.30, sempre nei locali del Circolo sannitico di Campobasso, l’autore incontrerà il pubblico per la presentazione di Resteranno i canti, omaggio alla parola che sa posarsi su dettagli fino a un minuto prima invisibili, illuminandoli e che, nascendo nel silenzio, ridanno voce ai paesi spopolati.

Redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker