News dal Molise

Sciopero nazionale della vigilanza privata, il 1° e 2 agosto diritti in sicurezza

Le Segreterie Nazionali FILCAMS CGIL, FISASCAT CISL E UILTUCS UIL proclamano lo sciopero della Vigilanza Privata e comparto della sicurezza, per dire basta e per rivendicare il giusto diritto a regole e salario.

Dopo lo sciopero e la grandi manifestazioni nazionale dello scorso 1° e 2 febbraio tenutesi Milano e Napoli, le Associazioni datoriali della Vigilanza avevano dichiarato l’intenzione di procedere velocemente al rinnovo del Contratto Collettivo della Vigilanza Armata e Servizi Fiduciari scaduto, ormai, da 42 mesi ma poi ancora una volta hanno fatto marcia indietro, rallentando la trattativa e proponendo richieste inaccettabili.

Non è stato possibile trovare un accordo su alcuni temi fondamentali come cambio appalto, contrattazione di secondo livello, salario, classificazione del personale, mercato del lavoro, orario di lavoro.

Tutto ciò rende impossibile realizzare la riforma contrattuale necessaria per un settore che svolge un lavoro importante per la sicurezza pubblica e che quotidianamente rischia la vita.

Al contrario le associazioni datoriali propongono delle condizioni che determinano il peggioramento delle condizioni dei lavoratori!

Queste Associazioni Sindacali chiedono unitamente il rinnovo del contratto collettivo, con la previsione di  regole certe che ogni azienda deve rispettare, con un quadro di tutele e un equo e giusto aumento salariale per rispondere all’impegno e al sacrificio dei lavoratori.

Il rinnovo del contratto collettivo è l’unica strada per rispondere alle esigenze di un settore strategico e per superare le gravi problematiche emerse in questi anni.

Lo sciopero è stata una scelta obbligata, per richiamare l’attenzione sul settore e per tali motivi, i dipendenti da Istituti ed Imprese di Vigilanza Privata e Servizi Fiduciari si asterranno, per l’intero turno, dal lavoro nelle giornate del 1° ed 2 agosto con due manifestazioni.

1 agosto presso Prefettura di Campobasso dove si terrà conferenza stampa nella quale verranno illustrate tutte le problematiche presenti nel comparto della Vigilanza Armata e Servizi Fiduciari che affliggono i lavoratori molisani.

2 agosto presso Regione Molise dove la UILTuCS Regionale Molise e la FISASCAT CISL ABRUZZO MOLISE chiederanno di incontrare le Istituzioni Regionali.

Ancora una volta tutti compatti per rivendicare il proprio diritto al lavoro ed ad un giusto contratto.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close