‘Cantina Cliternia’ maggior esportatrice di vino italiano in Giappone. Il plauso dell’assessore Facciolla

Facciolla con la delegazione giapponese cantina cliterniaUna vetrina importante per il nostro territorio ed i prodotti molisani, in particolar modo per il vino della ‘Cantina Cliternia’ di Nuova Cliternia. Si tratta di una grande promozione turistica del Molise mediante l’immagine all’estero del vino e, di conseguenza, del suo territorio d’origine”. Così l’Assessore regionale alle Politiche Agricole, Vittorino Facciolla, ha commentato la visita di una delegazione giapponese presso la Cantina Cliternia. Una delegazione di circa venti persone che annualmente, da oltre venti anni, fa visita alla cantina bassomolisana in quanto maggior acquirente dei vini da essa prodotti. Si tratta del gruppo ‘SAIZERYA Co. Ltd’, società quotata alla Borsa di Tokyo, che vanta ben tremila dipendenti fissi ed altri duemila part- time, con un fatturato di circa un miliardo di Euro. “La Cantina Cliternia– continua soddisfatto l’Assessore- è una delle più importanti esportatrici di vini d’Italia in Giappone. Un connubio nato venti anni fa con la più grande catena giapponese di ristoranti italiani al mondo”. Vino bianco e rosso, oltre al Biferno Doc, sono i ‘prodotti di Bacco’ acquistati dai giapponesi che, annualmente, fanno visita alla cantina per effettuare un controllo sulle produzioni. “Un plauso alla cantina di Nuova Cliternia– conclude Facciolla, sottolineando il forte legame tra turismo e vino- che ha saputo spendersi bene e creare questa importante partnership estera, esportando un’immagine positiva della nostra Regione e dei nostri vigneti. Il vino esportato si configura come il più importante ambasciatore del territorio molisano”. Diversamente non potrebbe essere dato che il gruppo giapponese acquista circa 30mila ettolitri di vino l’anno.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close