Politica

Svolta nel Molise: riparte l’Osservatorio per le Politiche Sociali

Vince la mozione del consigliere Paola Matteo: ecco come cambiano i rapporti tra gioco e regione

Una piccola svolta nei rapporti, spesso complicati, tra mondo del gambling e istituzioni. La Regione Molise infatti si mette al passo con i tempi e attiva un Osservatorio regionale per le politiche sociali.

Tutto merito della mozione presentata da Paola Matteo, consigliere regionale e capogruppo di ‘Orgoglio Molise’, e approvata nella seduta del Consiglio del 7 ottobre.

Grazie a questa misura infatti, si potrà “finalmente contare su dati reali e immediati – ha dichiarato – per le emergenze sociali relative a droga, alcol, ludopatia e violenza di genere che colpiscono duramente anche la nostra regione”. Il consiglio ha risposto in maniera unanime per riattivare l’Osservatorio, che era fermo ormai dal lontano 1° gennaio 2014 ed era già previsto a livello normativo da varie leggi regionali. Lo dice la legge 13 del 2015 sulla violenza di genere, impegnando la Giunta Toma a trovare le risorse atte a garantirne l’operatività.

Si mette così un nuovo tassello nel rapporto tra gambling e istituzioni, in una regione, quella del Molise dove tra Campobasso e Isernia si superano ampiamente i 100 milioni di spesa nel gioco.

Precisamente 260 milioni e 350 mila euro nella prima, 100 milioni e 768 mila euro nella seconda. Per un totale di quasi 50 milioni che finiscono nelle casse dell’erario statale. I dati, raccolti dal sito specializzato Giochidislots.com, mettono in luce soprattutto Campania, Lazio e Lombardia come regioni dove si spende di più nel gioco. La palma della città più onerosa è ovviamene la capitale Roma con 4 miliardi e 483 milioni di euro di spesa, seguita da Milano e da Napoli.

Ecco perché è essenziale un’attività di programmazione, gestione e valutazione delle politiche sociali a livello regionale, provinciale e di ambito. Nel programma di gestione è previsto un monitoraggio periodico e costante sullo stato di attuazione dei piani sociali di zona, che consentirà di avere una fotografia più completa sulla conoscenza dei bisogni sociali di tutto il territorio molisano.

È questa la ricetta scelta da Paola Matteo durante la discussione della mozione in Aula, sottolineando come la finalità principale dell’Osservatorio sia quella di aiutare a trovare informazioni a supporto delle attività di programmazione, ampliamento e controllo delle politiche sociali. Con la creazione di sistema di flussi informativi costanti tra gli enti territoriali che, a vario titolo, operano nel settore e detengono le informazioni sarà possibile infatti avere sempre sotto controllo lo stato di salute del settore.

Evitando così pericoli per i consumatori, malaffare e criminalità organizzata. Rendendo il gambling, i suoi appassionati e i suoi lavoratori, sempre più sicuri e trasparenti.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close