Sport

20° Trofeo ‘Madonna del Carmine’, a Riccia trionfa per il secondo anno consecutivo Gelateria Il Giubileo. Nella finale, davanti a un ‘Poce’ gremito, battuti i campobassani del Fuorigioco

L'organizzazione del torneo con alcuni ospiti
L’organizzazione del torneo con alcuni ospiti

Il Trofeo del ventennale del  ‘Madonna del Carmine’ di Riccia se lo è aggiudicato la squadra “Il Giubileo”. La squadra della gelateria riccese ha bissato il trionfo dello scorso anno, aggiudicandosi definitivamente l’ambito trofeo perché vincitrice per due anni consecutivi con la stessa presidenza e lo stesso mister.

La squadra biancoblù sblocca subito il risultato dopo quattro minuti di gioco, con un colpo di testa di Paolantonio su assist di Emanuele Di Chiro. La squadra “Fuorigioco” cerca di riportare il punteggio in parità con diversi tentativi da parte di Salinno, ma l’estremo difensore Genovese respinge tutte le conclusioni.

A metà ripresa ancora un assist del giocatore baranellese, il quale serve una palla d’oro a Simone Moffa per la conclusione del 2-0. Il solito bomber pugliese cerca di riaprire la partita su calcio di punizione, ma il palo esterno gli nega la gioia del gol. La partita termina su questo risultato che premia i giocatori del presidente Di Maria.

Un pubblico numerosissimo ha fatto da cornice alla riuscita manifestazione organizzata dalla famiglia Tronca, che ringrazia gli ospiti, gli sponsor, Telemolise Sport, Primo Piano Molise, Il Quotidiano del Molise, CBlive, il Centro Sportivo Libertas, ma soprattutto le dodici squadre che hanno partecipato con entusiasmo al torneo.

Prima della gara, durante la cerimonia di apertura, sono intervenuti il Sindaco di Riccia, Micaela Fanelli; Carmelo Parpiglia, consigliere regionale delegato allo sport; Domenico Progna; il Direttore di Telemolise, Antonio Di Lallo; l’assessore provinciale Luciano Di Biase e il consigliere regionale Nico Ioffredi.

Subito dopo la benedizione del parroco, Padre Mario Magagnato, la banda “Città Francavilla Fontana” ha intonato le note dell’inno di Mameli.

Per il calcio d’inizio erano presenti Edoardo Falcione, Marco Meo e Antonio Minadeo, rispettivamente, dirigenti i primi due e capitano del Campobasso.

Oltre a premiare le prime tre classificate Gelateria Il Giubileo, Fuorigioco Cb e Gruppo GSM, sono stati riconosciuti premi speciali.

Il titolo di capocannoniere è stato vinto da Francesco Nardacchione (Fuorigioco) con dieci reti. Trattoria da Caporale si aggiudica il premio divisa più bella; Giuseppe Moffa premiato quale migliore allenatore; Rosario Menanno il miglior vecio; a Daniele Genovese il premio quale miglior portiere; a Roberto Quaranta il miglior giocatore della finale, tutti del Giubileo.

Paolo Mobilia di Edil Serena è stato il miglior giovane; a Carmine Rienzo il premio “attaccamento alla squadra”; a Giorgio Barletta premio giocatore simpatia; Gianfranco Ciocca vince il premio di parata più bella; Bar Cuparelle premio squadra simpatia; Il Villaggio Turistico Ciocca squadra fairplay; Simone Pontelandolfo giocatore più corretto del torneo e Domenico Martinelli mister fair-play. Angelo Fanelli e Giorgia Panichella vincono il concorso fotografico abbinato al torneo.

Michele Tronca

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close