Sport

Calcio a 5, la Chaminade Campobasso tiene testa al Kaos Reggio Emilia nel match di Coppa della Divisione

Il trainer rossoblù Pizzuto: "Un buon match". Lo spagnolo Alonso: "I molisani hanno mostrato un'ottima organizzazione di gioco"

CHAMINADE CAMPOBASSO – KAOS REGGIO EMILIA 2-7 (primo tempo 1-4)

CHAMINADE CAMPOBASSO: Al Assuad, Ruscica, Pablo Gonzalez, Presutti, Cavaliere, Caruso, Pizzuto Fr., Iacovino G., La Bella, Cancio Rodriguez, Petrella, S. Iacovino. All. Paolo Pizzuto.

KAOS REGGIO EMILIA: Vezzani, Garrido, Hamadi, Fusari, Dudù Costa, Timm, Kakà, Dian Luka, Fellipe Mello, Avellino, Pulvirenti, Molitierno. All.: Juan Luis Alonso Doral.

ARBITRI: Iannuzzi (Roma 1) e Ribaudo (Roma 2). CRONOMETRISTA: Battista (Campobasso).

RETI: 6’47” e 15’46” Dian Luka (KRE), 11’57” Dudù Costa (KRE), 17’18” Timm (KRE), 19’46” Iacovino G. (C), 24’56” Caruso (C), 26’38” Garrido (KRE), 32’42” e 37’03” Fellipe Mello (KRE).

NOTE: ammoniti Cancio Rodriguez e Iacovino G. (C); Fusari (KRE). Tiri liberi: Chaminade 0/1; Kaos Reggio Emilia 0/0.

La Chaminade Campobasso esce a testa alta dagli ottavi di finale della Coppa della Divisione, cedendo al Kaos Reggio Emilia, squadra in piena lotta playoff nel campionato di serie A di calcio a 5. Una partita che resterà a lungo nella storia del futsal molisano, alla quale non è mancato il pubblico delle grandi occasioni, che ha riempito il ‘PalaSelvaPiana’ in ogni ordine di posti. Tra le fila dei granata, anche tre azzurri: Molitierno, Fusari e Avellino.

I rossoblù di coach Pizzuto hanno retto l’urto dei più quotati avversari, che dopo il match nel capoluogo molisano proseguiranno il loro cammino nel Sud Italia: dopo aver affrontato il Napoli e il match di Campobasso, sabato 10 marzo per i granata match a Eboli.

Primo tempo chiuso sul 4-1 in favore del Kaos Reggio Emilia, grazie alla doppietta di Dian Luka e alle reti di Dudù Costa e Timm con Silvio Iacovino in grande spolvero in almeno cinque nitide occasioni da reti degli ospiti. Di Gianni Iacovino il gol che accorcia le distanze.

Inizio ripresa con la seconda realizzazione dei molisani, ad opera di Caruso. La Chaminade Campobasso sfiora più volte il tris, ma nel finale di gara il Kaos Reggio Emilia riprende in mano le redini del match, segnando tre reti, prima con Garrido, infine due volte con Fellipe Mello per il 7-2 finale, che promuove i ragazzi di coach Alonso ai quarti di finale della Coppa della Divisione.

“Una prestazione di tutto rispetto – le parole di coach Paolo PizzutoSiamo stati propositivi. Abbiamo sofferto la loro migliore preparazione fisica e la qualità dei calciatori. Avremmo potuto evitare qualche gol, in cui abbiamo mostrato un pizzico di ingenuità. È stata una bella partita, utile per noi come tappa di avvicinamento alla prossima partita di campionato. Ci siamo misurati con una squadra che ha ritmi diversi dai nostri, provando a giocare alla pari contro una società storica del calcio a 5 italiano. Questo match resterà nei nostri ricordi”.

“I miei ragazzi hanno disputato un buon match, anche se abbiamo perso la concentrazione nei primi cinque minuti del secondo tempo – il commento di coach Alonso, tecnico spagnolo che nel suo curriculum vanta anche una Coppa Uefa con gli spagnoli dell’Inter Fútbol Sala nella stagione del triplete con i successi in Coppa e Supercoppa di Spagna – Di fronte, una squadra ben organizzata. La Chaminade Campobasso, nonostante impegnata nel campionato di serie B, ovvero due categorie inferiori al Kaos Reggio Emilia, ha mostrato una buona proposta di gioco. Alla fine, i ritmi della serie A hanno fatto la differenza. Complimenti al mio collega Paolo Pizzuto. I suoi ragazzi sanno cosa fare in campo e credo che questo della Chaminade Campobasso sia un buon progetto”.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close