Sport

Lupi, mercato in fermento. La nuova proprietà ha già trovato le prime intese

La nuova proprietà del Campobasso sta lavorando a ritmi serrati per approntare la squadra da affidare a mister Bruno Mandragora e che lunedì 6 agosto 2018 inizierà a sudare a San Bartolomeo in Galdo.

Nel quartier generale rossoblù nel pomeriggio di venerdì 3 agosto sono tanti diversi i calciatori, che, accompagnati da rispettivi procuratori, si sono legati per la prossima stagione ai lupi.

Tra i neo-calciatori del Campobasso, l’attaccante ex Avezzano, Aprilia, Monopoli e Turris, Piotr Branicki, classe 1983; l’ex Potenza, Ousmane Diop, centrocampista, che in carriera ha vestito anche le maglie del Bisceglie, Bellaria, Chieti, Martina Franca e Catania; l’ex San Severo, Frattese e Arzanese, Niko Tommasini, difensore.
Tra gli under, arrivano al Campobasso il classe 2000, Pietro Martinelli, e il senegalese Ndiang.

La squadra di Mandragora non avrà tutti volti nuovi, perché se Danucci ha già rinnovato con il club rossoblù, sono vicinissime le riconferme anche di Gomes e Del Prete.

La stagione del Campobasso è iniziata. Tra meno di un mese, il 2 settembre, sarà già tempo di campionato. Per i lupi, dunque, ci sarà un mese per allestire la squadra e prepararsi, in vista della stagione del centenario.

Intanto, il Campobasso, così come il Pomigliano, la Palmese, la Nocerina, l’Igea Virtus e il Roccella, ha vinto il ricorso contro la bocciatora della Covisod e, dunque, parteciperanno regolarmente al prossimo campionato di serie D. Le sei società, però, saranno deferite d’ufficio alla Procura Federale, per aver presentato, entro i termini prestabiliti, una domanda di iscrizione incompleta. Rischiano una sanzione pecuniaria di mille euro per ogni documento importante mancante.

redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close