Sport

Serie D, il Campobasso cala il tris al Castelfidardo: colpiscono Miani (2) e Di Gennaro. Il Termoli festeggia con la Recanatese (2-1), l’Agnonese cade a Jesi

Il rigore realizzato da Miani
Il rigore realizzato da Miani

CAMPOBASSO – CASTELFIDARDO 3-1

Campobasso: Conti, Di Gioacchino, Nicolai (55′ Bernardi), Pignataro (75′ Vitelli), Scudieri, Minadeo, Dragone, Fazio, Miani, Pani, Di Gennaro (85′ Palumbo). A disp. Maggi, Ferrarese, Mauriello, Cianci, Iovannisci, Vitelli, Lazzarini. All. Francesco Farina (squalificato, in panchina Antonello Corradino).

Castelfidardo: Anadiegwu, Cervellini, Pretini, Urbinati, Fermani, Belelli, Tassi, Strano (58′ Simoncelli), Staffolani (67′ Dell’Aquila), Cavaliere (74′ Sbarbati), Carboni. A disp. Recchiuti, Dell’Aquila, Labriola, Doda, Sbarbati, Taddei, Grottini, Ciccioli. All. Roberto Mobili.

Reti: 28′ e 40′  (rig.) Miani, 38′ Cavaliere, 80′ Di Gennaro.

Ammoniti: Strano, Belelli, Pani.

Arbitro: Alberto Catastini della sezione di Pisa (assistenti Giorgio Rinaldi di Roma 1 e Fabrizio Civitenga di Roma 2).

Dallo stadio di contrada Selva Piana: Giuseppe Formato, direttore responsabile CBlive

Il Campobasso, dopo tre pareggi consecutivi contro Chieti, Recanatese e Matelica, riceve il Castelfidardo, squadra almeno sulla carta abbordabile, reduce da quattro sconfitte di fila, accusate dopo un buon inizio con due successi e altrettanti pareggi nelle prime quattro giornate di campionato. I lupi di Farina, che sconta la seconda di tre giornate di squalifica, sono ancora imbattuti, al pari della capolista Maceratese e del Chieti. Indisponibili tra le fila dei rossoblù gli squalificati Marinucci Palermo e Todino e l’infortunato Fusaro, oltre a Monti e Guglielmi.

Monti riceve l'abbraccio del pubblico di 'Selva Piana'
Monti riceve l’abbraccio del pubblico di ‘Selva Piana’

Prima della partita il saluto dello stadio ‘Selva Piana’ a Matteo Monti, tornato a riabbracciare il pubblico rossoblù e i propri compagni di squadra a distanza di 21 giorni dal malore accorso al calciatore durante la partita di Recanati.

ore 14,37: inizio della partita con sette minuti di ritardo

1′: qualche sorpresa nell’undici titolare. Pignataro in mezzo al campo con Fazio e Pani. A loro supporto nel centrocampo a cinque Dragone e Nicolai. Nella difesa a tre Scudieri, Minadeo e Di Gioacchino. In avanti il tandem Di Gennaro-Miani. In porta Conti.

4′: il gioco è fermo per un colpo ricevuto dal difensore Scudieri, curato dallo staff sanitario dei lupi.

17′: brivido per il Campobasso. Pallone filtrante in area di rigore di Tassi per Cavaliere, che di prima intenzione colpisce il palo della porta di Conti, il quale successivamente accompagna il pallone sul fondo, la sfera colpisce la parte superiore della traversa e per i marchigiani c’è il calcio d’angolo. I biancoverdi battono due corner di fila: sul secondo, il pallone si spegne direttamente tra le braccia dell’estremo difensore Conti.

22′: velenoso rasoterra di Cavaliere, Conti si distende e ci arriva con la punta delle dita, rifugiandosi in corner.

28′: il Campobasso passa in vantaggio. Nicolai dalla sinistra mette il pallone al centro per la testa di Miani, la cui incornata con tanto di torsione vale l’1-0 per i lupi. L’attaccante mette a segno il suo quarto gol stagionale.

29′: risponde immediatamente il Castelfidardo. Il cross è di Carboni, Staffolani prova il colpo di testa, ma Conti sceglie bene il tempo e libera l’area di rigore in maniera provvidenziale, intervenendo con i pugni.

38′: il Castelfidardo è pericoloso. Sulla destra fa tutto bene Tasi, il rasoterra verso il cuore dell’area di rigore, il pallone arriva a Cavaliere che ha il tempo di girarsi e inquadrare l’angolino basso. Arriva il pareggio dei marchigiani.

40′: corner in favore del Campobasso. Strano blocca Fazio, che cade per terra. Ammonizione e calcio di rigore per i molisani. Dal dischetto va Miani, che non fallisce. Doppietta per l’ex Termoli e 2-1 per i rossoblù.

43′: Fazio ruba palla in mezzo al campo, fa venti metri palla al piede, serve Miani, che si libera di Belelli (dopo l’azione ammonito per proteste), servendo Dragone. L’esterno arriva come un fulmine sul pallone, calcia col piattone, ma il suo rasoterra si spegne sul fondo. Occasionissima mal sfruttata dal Campobasso.

45′: due minuti di recupero.

Il primo tempo termina col risultato di 2-1 in favore del Campobasso.

ore 15,38: inizio del secondo tempo. Salgono a otto i minuti di ritardo rispetto all’orario federale

46′: nemmeno un giro di lancette e i marchigiani sono già pericolosi. Confusione nell’area di rigore rossoblù, il pallone schizza per l’accorrente Urbinati, che prova la sventola. Il pallone termina un metro a lato della porta di Conti.

47′: marchigiani vivaci a inizio ripresa. L’uomo più pericoloso, il 34enne Simone Cavaliere, prima guadagna un calcio d’angolo, sugli sviluppi del quale ci prova in rovesciata, mandando la sfera sul fondo.

54′: ancora pericolosi i biancoverdi. Ripartenza veloce del Castelfidardo, dopo un’azione d’attacco dei lupi. Belelli serve Cavaliere, che prova la conclusione dai sedici metri, mandando a lato della porta di Conti.

55′: prima sostituzione tra le fila del Campobasso. Esce Nicolai, entra Bernardi.

57′: dalla destra Staffaloni lascia partire un velenoso traversone a mezza altezza, indirizzato verso il cuore dell’area di rigore dei lupi. Conti sceglie bene il tempo e fa suo il pallone.

60′: sventola di Cavaliere nell’angolino lungo: Conti dimostra di essere ancora una volta portiere di categoria superiore, nonostante la giovane età, e salva il Campobasso con un tuffo felino.

61′: brivido per i lupi. L’uomo in più dei biancoverdi, Cavaliere, va alla conclusione, dopo aver superato Dragone, da appena dentro l’area di rigore, colpendo l’incrocio dei pali. Si salva ancora il Campobasso.

67′: seconda sostituzione per il Castelfidardo. Esce Staffolani, entra Dell’Aquila.

70′: prima occasione della ripresa per il Campobasso. Il Castelfidardo rischia la definitiva capitolazione. Dragone si libera bene al limite dell’area di rigore avversaria e serve Fazio, tutto solo al centro del rettangolo dei sedici metri. La botta del centrocampista rossoblù, che oggi festeggia 24 anni, si infrange sul palo, dove l’estremo difensore Anadiegwu non può arrivare. Si salvano i marchigiani, che restano in partita. Si soffre al ‘Selva Piana’.

71′: Pani perde tempo, non permettendo la pronta ripresa del gioco da parte del Castelfidardo ed è ammonito.

74′: terza sostituzione per i marchigiani. Esce il suo uomo più pericoloso, Cavaliere, entra Sbarbati.

75′: fallo a metà campo di Pignataro, che non ha più fiato ed è il secondo ammonito tra le fila dei lupi. Termina, così, la gara dell’ex centrocampista del Bojano: al suo posto Vitelli.

80′: il Campobasso cala il tris. Punizione di Fazio, millimetrico per l’inserimento in area di rigore di Di Gennaro, che incorna e sigla il 3-1. Esplode il pubblico del ‘Selva Piana’.

85′: terza sostituzione tra le fila del Campobasso. Esce Di Gennaro e standing ovation per lui da parte dei tifosi rossoblù, entra Palumbo, il cui ingresso segna anche il suo esordio stagionale.

90′: tre i minuti di recupero concessi dal direttore di gara, Catastini della sezione di Pisa.

93′: termina la partita, i lupi superano il Castelfidardo per 3-1. Decisiva la doppietta di Miani e la rete di Di Gennaro. Il Campobasso si presenterà domenica prossima, 9 novembre 2014, in casa della capolista Maceratese da imbattuta.

I risultati della 9^ giornata del girone F di serie D

Amiternina – Fano 1-2

Campobasso – Castelfidardo 3-1 (28′ e 40′  (rig.) Miani, 38′ Cavaliere, 80′ Di Gennaro)

Civitanovese – Celano 1-0

Jesina – Agnonese 2-0

Fermana – Giulianova 1-3

Matelica – Chieti 3-2

San Nicolò – Sambenedettese 0-0

Termoli – Recanatese 2-1 (4′ Di Rito, 65′ Galli (R, rig.), 73′ Caprioli)

Vis Pesaro – Maceratese 0-2

LA CLASSIFICA GENERALE

[phpleague id=2 type=tables]

La galleria fotografica





Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close