Sport

Serie D, il Campobasso per la quarta volta in rimonta: a Recanati dal 2-0 del primo tempo al 2-2 finale. Decisive le reti nella ripresa di Fazio e Di Gennaro

Il saluto dei calciatori al pubblico e il sorteggio
Il saluto dei calciatori al pubblico e il sorteggio

RECANATESE – CAMPOBASSO 2-2

Recanatese: Verdicchio, Candidi, Brugiapaglia (61′ Di Iulio), Scartozzi (81′ Moriconi), Patrizi, Comotto, Mosconi, Traini, Galli, Gigli, Marolda (74′ Garcia). A disp. Cartechini, Monachesi, Moriconi, Pasquini, M. Agostinelli, Latini, L. Agostinelli. All. Daniele Amaolo

Campobasso: Conti, Dragone, Bernardi, Marinucci Palermo, Scudieri, Minadeo, Cianci (46′ Iovannisci), Pani, Miani, Todino (71′ Pani), Lazzarini (46′ Di Gennaro). A disp. Maggi, Nicolai, Di Gioacchino, Pignataro, Palumbo, Vitelli. All. Francesco Farina.

Ammoniti: Conti, Brugiapaglia, Todino, Di Gennaro, Marinucci Palermo, Patrizi, Candidi.

Reti: 6′ Galli (rig.), 18′ aut. Minadeo, 54′ Fazio, 57′ Di Gennaro.

Arbitro: Paolo Massimo Maria Campogrande di Roma (Rocco Carnevale di Frosinone e Paolo Delle Fontane di Ciampino).

Il Campobasso, dieci giorni dopo la sospensione del ‘Tubaldi’ per il malore che ha colpito il centrocampista Monti, torna a Recanati. I lupi, alla vigilia dell’incontro in terra leopardiana, sono ancora imbattuti. Di fronte, c’è una delle squadre più esperte della categoria, ben allenata da Daniele Amaolo. Non sarà una partita semplice per la squadra di Farina, che in caso di vittoria raggiungerebbe la seconda posizione. I leopardiani, al contempo, reduci da un buon periodo, puntano ad agguantare in classifica proprio i molisani. Farina inserisce nell’undici titolare Bernardi, Fazio e Lazzarini, in luogo di Nicolai, Pani e Di Gennaro. Amaolo può contare sull’esperto Scartozzi, ultimo arrivato in casa giallorossa.

15,00: puntuale l’inizio della partita. Sugli spalti anche Matteo Monti, appena dimesso dall’ospedale.

2′: parte subito forte la Recanatese, a differenza del match di dieci giorni fa, quando furono i lupi a partire forte.

5′: uscita a valanga di Conti su Gigli, per il direttore di gara l’intervento è irregolare. Calcio di rigore e ammonizione per il portiere rossoblù.

6′: sul dischetto si presenta Galli, che non fallisce l’appuntamento con il gol. Ancora una volta il Campobasso è costretto a inseguire dopo pochi minuti. 1-0 in favore della Recanatese. Una pecca, quella di questa stagione per i lupi: in quattro circostanze, il Campobasso è stato costretto a inseguire già dopo pochi minuti.

18′: la Recanatese, clamorosamente, raddoppia. L’ottimo Scartozzi mette il pallone al centro dell’area, sfortunata l’autorete di capitan Minadeo.

27′: il Campobasso risponde con Todino, la cui conclusione dai venti metri è facile preda dell’estremo difensore Verdicchio.

36′: ci prova Brugiapaglia per la Recanatese, è pronto Conti che blocca la sfera di gioco.

40′: calcio di punizione di Todino. Tutte le torri del Campobasso salgono in area di rigore, ma il numero dieci rossoblù calcia direttamente in porta e il pallone si spegne tra le braccia del numero uno locale.

42′: prosegue il forcing dei molisani. Cianci sventola verso il cuore dell’area di rigore, dove Scudieri svetta, mandando di pochissimo a lato della porta difesa da Verdicchio.

44′: la Recanatese controlla la partita, approfittando dei due gol di vantaggio. I leopardiani di Amaolo non disdegnano di farsi vedere dalle parti di Conti e, allo scadere del primo tempo, ci prova Scartozzi, che manda abbondantemente a lato.

45′: il direttore di gara, Paolo Massimo Maria Campogrande di Roma, richiamato dall’assistente numero 1, Rocco Carnevale di Frosinone, si avvicina alla panchina ed espelle l’allenatore del Campobasso, Francesco Farina, che ha detto qualcosa di troppo alla terna arbitrale.

45′: un solo minuto di recupero.

46′: l’arbitro dice che, per il momento, può bastare così. Il primo tempo si chiude con la Recanatese in vantaggio per 2-0, effetto dei gol di Galli su calcio di rigore e dell’autorete di Minadeo. I rossoblù avevano giocato male, pur pareggiando contro il Chieti, e in questo primo tempo non hanno, di certo, brillato.

16,03: inizio del secondo tempo. 

46′: il tecnico Francesco Farina, che sarà costretto a seguire il secondo tempo dalla tribuna, corre ai ripari. Fuori gli spenti (come del resto tutta la squadra) Cianci e Lazzarini, al loro posto entrano, rispettivamente, Iovannisci e Di Gennaro. Dopo trenta secondi, subito Campobasso in avanti. Brugiapaglia intercetta il pallone con le mani in area di rigore, i lupi chiedono il penalty, senza tuttavia ottenerlo. Le redini in panchina sono prese dal vice-allenatore Antonello Corradino, che per la prima volta si ritrova in panchina senza il capo trainer. Una sorta di esordio per l’ex capitano del Campobasso.

47′: la Recanatese si fa subito rivedere dalle parti di Conti e ci prova l’autore del momentaneo 1-0, Galli, il quale questa volta non inquadra lo specchio della porta.

52′: la Recanatese approfitta degli spazi che concede il Campobasso, alla disperata ricerca del gol per riaprire il match. Traini cerca di incunearsi in area di rigore, è bravo Bernardi a fermare il calciatore marchigiano.

53′: la partita è viva. Ad alzare i ritmi sono i lupi, mentre la Recanatese ne approfitta per colpire di rimessa.

54′: il Campobasso riapre la partita. La difesa libera l’area di rigore, la sfera arriva sui piedi di Fazio, che colpisce con una staffilata dai venti metri. Recanatese – Campobasso 1-2.

55′: Todino subisce un fallo, ha qualcosa da ridire nei confronti del direttore di gara e viene ammonito.

57′: il Campobasso spinge il piede sull’acceleratore. Al termine di un’azione corale dei rossoblù, la palla arriva a Di Gennaro, che ci prova con un diagonale, che si spegne in fondo al sacco. Recanatese – Campobasso 2-2. L’attaccante, neo-entrato, si sfila la maglietta e viene anche ammonito.

60′: a metà campo c’è un contrasto tra Marinucci Palermo e Brugiapaglia. Il fischietto romano, Campogrande, ravvisa l’irregolarità del mediano dei lupi, che riceve il cartellino giallo.

61′: è un secondo tempo diverso rispetto alla prima frazione di gioco. Il Campobasso sembra rigenerato e la Recanatese accusa il colpo. I lupi in questa prima parte della ripresa hanno tentato il tutto per tutto, venendo premiati con i due gol.

65′: appassionante secondo tempo. Si gioca senza esclusione di colpi e i leopardiani ci provano con Marolda, il quale non inquadra la porta.

70′: Todino palla al piede subisce un fallo da Patrizi. Quest’ultimo è il sesto ammonito dell’incontro. Punizione da posizione interessante: circa 25 metri, da posizione leggermente defilata. Sul pallone va Fazio, che mette la sfera al centro dell’area di rigore, dove incorna Miani, il quale solo per poco non inquadra lo specchio della porta.

71′: arriva la terza sostituzione imposta dall’allenatore Francesco Farina. Esce l’esterno Todino, entra il centrocampista centrale Pani, che va a posizionarsi comunque sulla corsia di destra. I lupi chiuderanno la partita del ‘Tubaldi’ sotto il diluvio e con il 4-2-4.

73′: Gigli commette un fallo su Bernardi alla trequarti di campo davanti lo sguardo del direttore di gara. Espulsione diretta comminata al numero dieci leopardiano.

74′: corre ai ripari il trainer Amaolo, seconda sostituzione tra le fila della Recanatese. Esce Marolda, entra Garcia.

75′: grandina sul ‘Tubaldi’ ed è anche difficile impostare il gioco, ora che i lupi hanno preso in mano le redini dell’incontro. Rossoblù tutti riversati in avanti, la Recanatese si difende a dentri stretti.

81′: terza sostituzione anche per la Recanatese. Esce Scartozzi, entra Moriconi.

83′: ormai gioca gioca solo il Campobasso. Lupi in avanti, nella mischia in area di rigore leopardiana, ad anticipare tutti è Di Gennaro, il cui diagonale da comoda posizione si spegne d’un soffio a lato. E l’attaccante, autore già del 2-2, tra quasi un minuto tra le mani nei capelli. I rossoblù vanno vicini al clamoroso tris: che brivido per la Recanatese.

86′: per la terza volta Dragone sbaglia a rimettere il pallone in gioco con le mani, regalando la rimessa agli avversari.

87′: Candidi commette un fallo su Bernardi, ma l’azione prosegue. Al termine, Campogrande della sezione di Roma ammonisce il calciatore di casa.

90′: cinque i minuti di recupero.

94′: forcing del Campobasso, la Recanatese è tutta chiusa nella propria metà campo. Ultimi sessanta secondi per sperare nella clamorosa rimonta.

95′: dopo cinque minuti di recupero, il direttore di gara Paolo Massimo Maria Campogrande di Roma chiude le ostilità. Recanatese – Campobasso 2-2. I gol nel primo tempo di Galli su calcio di rigore e autorete di Minadeo, nella ripresa il pari dei lupi, grazie alle marcature di Fazio e Di Gennaro. La squadra di Farina resta imbattuta e sale a quota 13 punti in classifica, affiancando in quarta posizione il Chieti. La Recanatese sale a quota 10. Domenica 26 ottobre 2014, i lupi saranno di nuovo nelle Marche, per affrontare la vicecapolista Matelica.

LA CLASSIFICA GENERALE DOPO SETTE GIORNATE DEL GIRONE F DI SERIE D

[phpleague id=2 type=tables]

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close