CittàCronaca

Carenza di infermieri nel carcere di Campobasso, detenuti senza assistenza sanitaria. Di Giacomo lancia l’allarme: “Pronti alla mobilitazione”

Situazione critica al Carcere di Campobassoa causa della carenza del personale infermieristico. Lo scorso 31 dicembre è scaduto, infatti, il contratto per i due infermieri presenti all’interno della casa di reclusione e tutt’oggi non è stato rinnovato, generando una condizione di caos per i detenuti.

A lanciare l’allarme per la mancata assistenza sanitaria all’interno della casa circondariale del capoluogo è, ancora una volta, il segretario generale del sindacato di Polizia Penitenziaria, Aldo Di Giacomo, che ha spiegato come per i detenuti non sia possibile effettuare le visite programmate e nemmeno prenotare quelle specialistiche future.

“In questo modo, – le parole di Di Giacomo – vengono negati i diritti essenziali e questo è dovuto alla carenza degli infermieri. Della situazione è stato informato anche il magistrato di sorveglianza, ma ad oggi ancora nulla si è mosso. L’importanza di salvaguardare i diritti dei detenuti è una cosa essenziale sia per l’ordine e la sicurezza, ma è anche un fattore di civiltà in quanto evita tutte quelle conflittualità che si creano all’interno del carcere, ripercuotendosi poi sul personale di polizia penitenziaria”.

Parole dure quelle del segretario, che si è anche dimostrato pronto a scendere in piazza: “Se l’Asrem non risponderà alle nostre richieste in tempi brevi saremo costretti ad indire una manifestazione significativa, perché è una situazione disumana”.

PierpGabr

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close