News dal Molise

Calcio a 5 serie B, il Cln Cus Molise cala i colpi Leccese e Pescolla

Arriva dal Campodipietra uno dei rinforzi per il Circolo La Nebbia Cus Molise. Alessio Leccese, dopo essere stato protagonista nella massima serie regionale con la società del presidente Iacovelli nel calcio a undici, ha deciso di sposare il progetto biancorosso. Per la verità non è alla prima esperienza nel mondo del futsal, nel quale si è disimpegnato nel corso dei Campionato Nazionali Universitari proprio alla corte di mister Marco Sanginario che lo ha voluto, insieme alla società, nel Cln Cus Molise 2018-2019. “Mi attende una bella esperienza – sono le prime parole di Leccese dopo l’accordo – sono felice della scelta fatta e mi auguro di poter tornare utile alla squadra, dando il mio contributo per il raggiungimento dell’obiettivo stagionale”.

Calcio a undici e calcio a cinque sono due discipline simili. Per lei non sarà quindi difficile ambientarsi. “Sono discipline simili ma allo stesso tempo molto diverse. Il calcio a 5 richiede massima attenzione per tutti e quaranta i minuti e ogni minima disattenzione può costare cara perché durante la partita non ci sono momenti morti come magari può avvenire nel calcio”.

Cosa l’ha spinta ad accettare la chiamata del Circolo La Nebbia Cus Molise? “Ho parlato con mister Sanginario che mi ha spiegato il progetto e ne sono rimasto colpito. In generale il calcio a 5 mi è sempre piaciuto infatti venivo a vedere le partite. Oggi ho la possibilità di vivere questa esperienza in prima persona e sono felice di aver cambiato”.

Giocherà col Circolo La Nebbia Cus Molise anche Francesco Pescolla, che, dopo un anno di inattività, (a causa di lavoro e acciacchi fisici) è pronto a rimettersi maglietta e scarpini per dare il proprio contributo alla causa biancorossa nel corso della stagione 2018-2019. Lo farà con grande entusiasmo e con quella grinta e quella determinazione che sempre lo hanno contraddistinto nel corso degli anni suoi campi di gioco. Queste le sue prime sensazioni dopo l’accordo con il Circolo La Nebbia Cus Molise. “Dopo cinque anni vissuti alla Chaminade sarà strano ritrovarsi qui – argomenta con estrema serenità Pescollaquesta è per me una nuova opportunità, un’opportunità che mi permetterà di rimettermi in gioco quando più di qualcuno mi aveva dato per finito. Mister Sanginario, invece, ha creduto in me e mi ha dato questa chance. Lo ringrazio pubblicamente così come ringrazio tutta la società del Circolo La Nebbia Cus Molise per la fiducia. Fiducia che spero di ricambiare sul campo”.

Trovare l’accordo con la società non è stato difficile. “Assolutamente no visto e considerato che la società e il mister hanno creduto in me e io avevo una grande voglia di rimettermi le scarpette dopo un anno di inattività dovuto ad acciacchi fisici e problemi di lavoro”.

Per lei il derby con la Chaminade non sarà una partita come tutte le altre. E’ così? “Sarà una partita particolare senza dubbio. Proverò delle sensazioni strane perché è una società alla quale ho dato tutto in campo e anche fuori. Sinceramente non pensavo di lasciarla ma a volte la vita ti porta a fare scelte diverse”.

Come si presenta a questa nuova vita calcistica? “Spero di far ricredere chi mi aveva detto che non avrei più giocato ma soprattutto mi auguro di ripagare la fiducia e la stima che la società e lo staff tecnico del Circolo La Nebbia Cus Molise hanno riposto nella mia persona”.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close