News dal Molise

Terremoto Montecilfone, la Croce Rossa al fianco della popolazione del Basso Molise

Il Comitato Regionale Molise della Croce Rossa Italiana in prima linea per assistere la popolazione. Ieri sera, subito dopo la scossa di terremoto più forte di intensità (5.1 Richter) che ha interessato diversi Comuni della provincia di Campobasso e che ha visto come epicentro il comune di Montecilfone.

La Cri Molise si è attivata immediatamente per raggiungere le zone colpite dal terremoto. Nelle operazioni sono stati impegnati 15 volontari dei Comitati di Campobasso e Isernia e un dipendente, per un totale di sei squadre equipaggiate con quattro ambulanze e due autovetture.

Il personale ha effettuato servizio dalle ore 22 di ieri fino alle ore 7 di questa mattina ed è stato impiegato principalmente nei centri di raccolta allestiti sia all’aperto che all’interno di una scuola sismica di Montecilfone. I volontari, inoltre, hanno provveduto ad allestire tende, di cui tre pneumatiche, nell’agro di Palata.

A Guglionesi, invece, la Croce Rossa ha svolto attività di assistenza all’amministrazione comunale di Guglionesi nell’organizzazione della macchina della Protezione Civile comunale e nel trasporto di persone con grave patologie, prima presso il centro raccolta e poi in luoghi idonei indicati dalla stessa amministrazione. Da ieri sera, inoltre, sono proseguite senza sosta le operazioni di monitoraggio nei comuni colpiti dal sisma: i Volontari sono intervenuti a Guardialfiera dove era stato segnalato un crollo di muro di un’abitazione già inagibile con il terremoto del 2002, e a Larino dove a seguito del sisma una donna ha riportato ferite alla testa per il crollo di uno specchio.

“Le verifiche tecniche nei centri abitati e l’assistenza alla popolazione – ha dichiarato il presidente Cri Molise, Giuseppe Alabastro – continueranno senza sosta anche nella giornata di oggi. Saremo affiancati ai Vigili del Fuoco e agli altri soccorritori per intervenire in caso di necessità. Per fortuna il forte terremoto non ha provocato danni ingenti e non ci sono stati feriti gravi, ma la paura tra la popolazione è tanta. In queste zone è ancora indelebile il ricordo della tragedia di San Giuliano di Puglia, motivo per cui la Croce Rossa sarà vicino a tutti coloro che stanno vivendo queste ore difficili. Siamo in continuo contatto con la Protezione Civile e alle altre istituzioni – ha concluso Alabastro – per far fronte a qualsiasi emergenza”.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close