CB e dintorniPolitica

Aspiranti sindaci e consiglieri comunali ai nastri di partenza: il 10 giugno al voto quattordici Comuni molisani

Presentate le liste dei quattordici Comuni, tutti inferiori ai quindicimila abitanti, chiamati al voto domenica 10 giugno 2018. Diverse le liste di appartenenti alle forze armate, per la stragrande maggioranza composte da persone non residenti nei paesi dove si vota. La legge, infatti, prevede per i candidati un mese di congedo per la campagna elettorale.

A Venafro non ricandidato il sindaco uscente Antonio Sorbo, la sfida è tra l’attuale vice-sindaco Alfredo Ricci della lista ‘Insieme per Venafro’ e Nicandro Cotugno, già primo cittadino e supportato dalla lista ‘Venafro nel Cuore’.

Nemmeno a Larino risulta nuovamente candidato il sindaco uscente Vincenzo Notarangelo, gli aspiranti primi cittadini sono: Franco Rainone (Noi per Larino), Luca Fagnani di Larinascita, Pino Puchetti con Siamo Larino e Vito Di Maria per Il Germoglio.

A Guglionesi lascia dopo dieci anni Leo Antonacci, per la sua successione ci sono: Giuliana Senese del Movimento 5 Stelle, Giuseppe D’Urbano per ‘Guglionesi nel cuore’, Gianfranco Del Peschio, Antonio Tomei e Mario Bellotti.

A Ripabottoni si rinnova la sfida di cinque anni fa tra il sindaco uscente Orazio Civetta con la lista ‘Uniti per Ripabottoni’ e lo sfidante Domenico Piedimonte per ‘Il bene in Comune per Ripabottoni’.

A Montorio nei Frentani candidato il primo cittadino uscente Pellegrino Nino Ponte con ‘Paese Nostro’, che sarà sfidato da Andrea Albino di ‘Uniti per Montorio’.

Una sola lista in campo a Colletorto. L’unico aspirante sindaco è Cosimo Damiano Mele di ‘Un futuro per Colletorto’. In questo caso la sfida è al quorum. Per la validità dell’elezione farà testo l’affluenza alle urne, che dovrà superare il 50% più uno degli aventi diritto al voto. Diversamente, il Comune sarà commissariato per un anno. Stessa situazione di Castelpizzuto, dove in lizza per la carica di sindaco risulta soltanto Carla Caranci con la lista ‘Castelpizzuto resiste’.

A Vinchiaturo in campo il sindaco uscente Luigi Valente, che sarà sfidato da Bernardino Primiani, ex responsabile dell’ufficio tecnico del Comune di Bojano.

A Oratino l’uscente Luca Fatica di ‘Obiettivo Comune’ sarà sfidato da Roberto De Socio di ‘Riscriviamo Oratino’. Deve superare lo scoglio del controllo burocratico l’ex primo cittadino Orlando Iannotti, già escluso con i Forconi dalla competizione elettorale regionale.

A Campochiaro sono bene otto gli aspiranti sindaci con le rispettive liste, cinque delle quali composte da persone non residenti. Simona Valente, moglie del compianto ex sindaco Antonio Carlone, sarà la candidata di ‘Futuro è tradizione’. Gli sfidanti sono Nicola Capparelli e Doroty Albanese.

Sessano del Molise sfida a cinque tra Pino Venditti della lista ‘Venditti sindaco’, Ramona Di Lucia di ‘Alternativa’, Pietro Mucciarone di ‘Tutti per il futuro di Sessano del Molise’. Ben cinque le liste civetta.

 

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close