Politica

Estromesso dal Consiglio regionale ad aprile senza far ricorso: Nico Eugenio Romagnuolo nominato Commissario del Consorzio Industriale Campobasso-Bojano

Nico Eugenio Romagnuolo, ex consigliere regionale, estromesso da Palazzo D’Aimmo lo scorso mese di aprile, dopo la modifica della legge elettorale, che ha eliminato l’incompatibilità tra assessore e consigliere regionale, è il nuovo Commissario Straordinario del Consorzio per lo Sviluppo Industriale Campobasso-Bojano.

Ex sindaco di Casacalenda, Romagnuolo è stato l’unico dei quattro consiglieri regionali estromessi dall’assise legislativa dopo due anni di legislatura a non inoltrato ricorso avverso la decisione del Consiglio regionale.

Antonio Tedeschi dei Popolari per l’Italia e Massimiliano Scarabeo, eletto in Forza Italia, poi passato al Gruppo Misto, in prima battuta; Paola Matteo di Orgoglio Molise in un momento successivo, infatti, si stanno giocando la possibilità di rientrare in Consiglio regionale attraverso gli organi giurisdizionali.

Nico Eugenio Romagnuolo, nelle ultime settimane, ha continuato a inviare comunicati stampa sull’attività svolta in Consiglio regionale e non ha mai polemizzato sulla scelta del Consiglio regionale di cambiare le regole in corsa. E, così, è stato ‘premiato’ con la nomina per sei mesi (compenso di circa 3.500 euro mensili) come Commissario del Consorzio per lo Sviluppo Industriale Campobasso-Bojano.

Quel ruolo, già ricoperto da rappresentanti dell’area del Molise centrale o zona matesina, come è avvenuto quando il Presidente è stato il bojanese Gianluca Colalillo, è rimasto deluso, essendo l’ex consigliere regionale Nico Eugenio Romagnuolo più legato a un discorso di rappresentantività del Basso Molise.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close