Cultura

Matera rende onore all’arte pittorica di Domenico Fratianni. Nella Capitale Europea della Cultura 2019 una mostra dell’artista molisano

Il vernissage si terrà sabato 22 giugno 2019 nello storico Circolo 'La Scaletta' nel cuore dei Sassi

Domenico Fratianni ‘sbarca’ a Matera. Il maestro d’arte molisano invitato nella Capitale Europea della Cultura 2019, per una mostra personale nel prestigioso scenario dei Sassi nello storico Circolo ‘La Scaletta’ in via dei Sette Dolori, già scenario di importanti iniziative culturali con protagonisti personaggi della cultura, della politica e del sociale del Belpaese.

A curare la mostra sarà il critico d’arte Rino Cardone, saggista e poeta, caposervizio del TG3 Rai, Radio Televisione Italiana.

Il vernissage è in programma il 22 giugno e la mostra dei dipinti dell’artista campobassano durerà tre settimane.

“La mostra di Matera – ha affermato il maestro Domenico Fratianni – può considerarsi un’antologica, poiché saranno esposti lavori scanditi nell’arco di un quarantennio. È una sorta di omnia opera della mia esperienza pittorica e culturale”.

Un vero e proprio risultato di prestigio, non solo per l’artista nato a Montagano, ma per tutto il territorio molisano, del quale Fratianni è orgoglioso di rappresentarne le sue sfaccettature a Matera, in un periodo durante il quale la città dei Sassi sarà invasa dai turisti. La mostra di Fratianni, infatti, è stata organizzata nel periodo più intenso della cittadina lucana: il 2 luglio si celebra la Festa della Bruna, periodo in cui, similmente a quanto avviene a Campobasso nella settimana del Corpus Domini, la Capitale Europea della Cultura 2019 è invasa da almeno centomila turisti.

“Il tema della mostra, concordato con Rino Cardone, sarà ‘Le voci di dentro’ – ha spiegato il maestro Domenico Fratianni – Intese come una sorta di dialogo interiore, in chiave pittorica, con i personaggi che hanno dato impulso alla mia creatività. Quest’ultimi sono i grandi maestri, con cui mi sono confrontato. Francesco e Giuseppe Iovine, Giose Rimanelli, Lina Pietravalle sono alcuni dei personaggi di cultura con cui mi sono imbattuto in oltre cinquanta anni di carriera artistica. Protagonisti umili che hanno in comune con il sottoscritto il legame con il nostro territorio, che tanto assomiglia a quello lucano”.

Fratianni, inoltre, si recherà in una terra con cui ha avuto sempre stretti legami e rapporti professionali. L’artista molisano ha incontrato Carlo Levi, il quale, insieme al padre costituzionale, Umberto Terracini, visitò a Nuoro la prima mostra di disegni di Fratianni, che diede omaggio, successivamente, alla tomba dello scrittore, pittore e politico in un pellegrinaggio ad Aviano. Senza dimenticare Rocco Scodellaro, il sindaco poeta contadino e il poeta Albino Pierro, candidato più volte al Premio Nobel, unitamente a Mario Luzi, per la sua poesia in dialetto tursitano.

Sarà un periodo intenso, ma sicuramente esaltante per Domenico Fratianni. I Sassi di Matera, infatti, trasudano da millenni storia e cultura. Sarà un vero onore per il Molise essere rappresentato, a Matera,  nell’anno in cui la città lucana richiamerà nel luogo Patrimonio dell’Unesco milioni di turisti.

Redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close