Cultura

Un pezzo di Luna a Campobasso: foto e selfie spaziali grazie alla Nasa

la luna a campobassoLa Luna fa tappa a Campobasso e non è uno scherzo. A portarla è Luigi Pizzimenti, presidente di Adda, Associazione per la divulgazione astronomica e astronautica che ha girato l’Italia con un campione lunare raccolto dagli astronauti delle missioni Apollo.

Pizzimenti, dopo numerosissime tappe in tutto lo Stivale, lunedì 5 giugno alle 12, sarà nell’aula magna dell’Università degli Studi del Molise.

Dunque, chiunque vorrà vedere da vicino e fotografare un frammento di Luna, non dovrà più andare negli Stati Uniti dove sono conservati i campioni di suolo lunare riportati sulla Terra dalle missioni Apollo fra il 1969 e il 1972: uno di questi frammenti di roccia sarà a Campobasso in occasione di una conferenza scientifica e divulgativa dedicata al tema dell’esplorazione e dell’avventura.

La roccia è stata concessa in prestito dalla Nasa a Luigi Pizzimenti, storico del Programma Apollo, accreditato presso il Lunar Sample Laboratory Facility nel quale sono custodite le rocce lunari Apollo. Pizzimenti è anche l’autore del libro: Progetto Apollo “Il sogno più grande dell’uomo”, la storia del programma lunare vista dai protagonisti, con interviste aneddoti e curiosità mai raccontate.

La roccia che il 5 giugno sarà a Campobasso ha un valore inestimabile, perché oggi non c’è nessuno in grado di andare a prenderne delle altre: il costo delle missioni Apollo fu di circa 170 miliardi di dollari di oggi e portarono sulla Terra 382 chilogrammi di campioni lunari.

Durante gli appuntamenti come quello in programma nel capoluogo, è possibile conoscere la storia geologica di questa roccia antichissima, grazie anche alla scheda tecnica della Nasa, che rievoca la formazione della Terra e della Luna. È possibile, inoltre, rivivere, con foto e riprese video rare e restaurate, l’avventura e il viaggio che l’hanno portata sulla terra.

Sarà possibile osservarla da vicino e fotografarla. Insomma, chi vuole un selfie davvero spaziale, non può certo rinunciare a questo momento.

Avere nella propria città un grande campione di roccia lunare delle missioni Apollo non capita poi tanto spesso.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close