News dal Molise

25 novembre, La Selva: “Il contrasto alla violenza non sia demandato solo agli ambiti sociali territoriali”

Riceviamo e pubblichiamo il messaggio della presidente di Liberaluna Onlus, Maria Grazia La Selva, nonchè membro della Commissione di parità e pari opportunità del Molise, in occasione del 25 novembre.

In questi giorni si è parlato tanto di violenza sulle donne e vorrei far notare che a questo argomento associamo spesso la parola discriminazione, pertanto mi chiedo se l’argomento rientri nella materia delle le Pari opportunità o del Sociale dal momento che anche a livello ministeriale le due tematiche di competenze rispettivamente sono: la prima del Dipartimento Pari opportunità e la seconda del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali.
Detto ciò auspico che nel nostro territorio il contrasto alla violenza sulle donne non sia esclusivamente demandato agli ambiti sociali territoriali, affrontando il fenomeno solo con un mero approccio assistenzialistico, in quanto il doversi rivolgere ai Comuni capofila degli ambiti sociali di cui il proprio comune fa parte, ha determinato in alcuni casi la non sufficiente e idonea presa in carico di molte donne vittime di violenza che si sono rivolte agli sportelli di Liberaluna lamentando di non aver ricevuto un supporto soddisfacente e specifico, vista la carenza di personale adeguatamente specializzato in materia.
A questa criticità aggiungerei che purtroppo non si riesce con la rete antiviolenza della Regione Molise a raggiungere tutti i comuni per mancanza di sportelli attivi, come si era previsto, creando alle donne vittime il disagio di doversi spostare anche lontano dal proprio comune per seguire un percorso di rinascita. A questa carenza attuale stanno cercando di fare fronte gli sportelli dell’associazione Liberaluna Onlus, che stanno seguendo donne, gratuitamente presso alcuni comuni.
Detto ciò, mi chiedo come aldilà delle belle parole in occasione della Giornata del 25 novembre, non aumentino i monitoraggi e i controlli che possano rendere limpide le azioni e quindi accertabili le affermazioni che vengono fatte in merito a questo fenomeno. Pertanto, rappresentando le donne che da tempo seguiamo e le tante altre che
sostengono le azioni di contrasto a questo fenomeno, attendo che venga convocato al più presto il Tavolo regionale che rappresenta la Rete Antiviolenza territoriale di contrasto al fenomeno della violenza sulle donne per confrontarsi in relazione alle azioni programmatiche e sulle eventuali criticità rilevate dagli altrisoggetti della Rete”.

redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close