CB e dintorniCultura

Atmosfere senza tempo a Bagnoli del Trigno. Per il quarto di secolo Francesco Arca nelle vesti del Duca. ‘Mapping 3D’ a rendere unico l’incendio artistico del castello

Frammenti d’Antico, a Bagnoli del Trigno, festeggia il prestigioso traguardo dei 25 anni e rinnova il suo fascino, grazie alla Compagnia di Cultura Popolare “La Perla del Molise”, presieduta da Franco Mastrodonato.

Per un pomeriggio ed una sera l’emozione di vivere in una atmosfera senza tempo: pagine di storia, tradizione e sentimenti della Bagnoli del Trigno che fu.

Domenica 18 agosto dalle 17.30, si accenderanno i riflettori su “Frammenti d’Antico”.

Tante le novità dell’edizione del venticinquennale.

La sfilata del corteo storico lungo le strade del paese, con la straordinaria partecipazione di  Francesco Arca, che in oltre 15 anni di presenza sugli schermi televisivi e cinematografici, ha collezionato successi ed apprezzamenti del pubblico. Dai reality come “Volere Volare, “la Fattoria”, “Pechino Express” alle grandi fiction come “Don Matteo”, “Che Dio ci aiuti”, “Incantesimo”. Al cinema è stato diretto, tra gli altri, da Ozpetek.  Il bellissimo della tv sarà impegnato nel ruolo del Duca, affiancato dalla bellissima Alessandra Piscopo, Miss Molise 2018.

Domenica 18 agosto, dalle 18, Il Duca e la Corte attraverseranno in corteo tutto il paese, indossando gli splendidi costumi ispirati all’ epoca firmati dalla stilista di fama internazionale Paola d’Onofrio, di origini bagnolesi. Il corteo farà sosta in piazza Umberto I° per la rievocazione della Electio Sindaci attraverso il sistema “della fava e del fagiuolo”.

Dalle 20 del 18 agosto, nel Rione di Santa Caterina si accende invece la Festa nel Borgo: un percorso attraverso vicoli e suggestive piazzette, articolato tra numerose aree di spettacolo e oltre quindici stand gastronomici con le migliori espressioni delle tipicità bagnolesi. Dallo “Scarcio”, gustosa frittella dolce o salata preparata al momento, fino al “Macciucch”, latticino fresco di latte locale, passando per pietanze dai nomi fantasiosi e giocherelloni e piatti più robusti come le pappardelle al sugo di cinghiale o “Le sagne co li fascioli” e tradizionali come “la perzca mbriaca” (la Pesca al vino) e “lo Scattone”, ma anche proposte con nomi… tutti da scoprire.

Di sicuro richiamo anche i dolci come “la ricotta stregata”, “le Palle del Duca”, gli “occhi di fata”, “lo gelato pezzi”.

Sia durante la sfilata che in vari momenti di spettacolo all’ interno del Borgo, saranno protagonisti artisti, musicisti, attori, sbandieratori.

Grande attesa per il ritorno dei Rota Temporis, apprezzati performer in costume d’epoca. Nel cast lo storico gruppo folkloristico degli Zig Zaghini, nato 56 anni fa ma anche  i “Bottari” di Re Ferdinando. E nella lunga lista di artisti, Francesco Mammola Folk Band, la Compagnia teatrale “C.A.S.T”, i Musici, gli Sbandieratori e i trombolieri di Cava dei Tirreni, i “Briganti della Maiella” ed i “Lupi della Maiella”.

Tra le tappe da non mancare all’ interno del Borgo, il “Vicolo degli innamorati” – ricco di fascino e sentimenti  – con “La Bocca di Cupido”, luogo suggestivo in cui gli innamorati possono esprimere un desiderio, lasciare un saluto e, per alcuni fortunati, anche essere protagonisti di una foto o di un selfie con Francesco Arca nei panni del Duca.

Domenica 18 agosto, dal pomeriggio a notte, Bagnoli del Trigno si prepara ad accogliere il pubblico delle grandi occasioni, con una organizzazione logistica e di accoglienza appositamente strutturata.

Dalle 23,30 in poi, una successione avvincente di momenti emozionanti, capaci di lasciare senza fiato i visitatori che raggiungono Bagnoli del Trigno il 18 di agosto: il “Volo della Fata” con il suo prezioso messaggio di riflessione e positività, quest’anno completamente rinnovato da nuovi effetti speciali rappresentanti una vera sorpresa per adulti e piccini.

Di seguito, lo “Ius Primae Noctis”, il diritto alla prima notte – vera e propria angheria del Duca – che sancirà la rivolta del popolo e sarà da preludio al gran finale con l’incendio artistico del Castello Sanfelice, quest’anno con una inedita formula e una grande novità: originali proiezioni con Mapping 3d completeranno e arricchiranno uno spettacolo di oltre trenta minuti di magie di fuochi d’artificio firmati dalla Nuova Arte Pirica dei  maestri  Remo e Giuseppe  Parente.

Una mostra fotografica rievocativa che raccoglie immagini e testimonianze dei 25 anni di Frammenti d’Antico, dal 14 al 25 agosto 2019 ripropone i momenti più importanti di un quarto di secolo di impegno e coinvolgimento.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close