Cultura

‘Ti racconto un libro’: al via la 14^ edizione. L’Uli ripropone il laboratorio permanente sulla lettura. ‘Inaugura’ il vincitore del premio Strega 2014

La presentazione del cartellone 'Ti racconto un libro'
La presentazione del cartellone ‘Ti racconto un libro’

FABIANA ABBAZIA

Al fianco dell’Unione Lettori Italiani ci sono nuovi compagni di viaggio”, ma il percorso promette di non deludere nemmeno questa volta. A rendere possibile la 14esima edizione di ‘Ti racconto un libro – Laboratorio permanente sulla lettura e la narrazione, nato grazie al prezioso contributo della Provincia, è ora la Fondazione Molise Cultura e l’assessorato all’Istruzione della Regione Molise. Per il 2014-2015 l’ente di via Roma, così come il Comune di Campobasso, hanno esclusivamente patrocinato i numerosi appuntamenti in programma. Una scelta obbligata in questi ultimi due casi, in modo particolare per palazzo Magno, il cui ente ormai declassato dal Governo centrale, come ha ribadito con rammarico il presidente Rosario De Matteis, non ha potuto far altro che “issare la bandiera bianca”. Stessa cosa per Palazzo San Giorgio, dove però dal sindaco Antonio Battista è arrivata un’apertura sul futuro della rassegna, per la quale potrebbe essere destinata una tra le tante voci del bilancio. Tuttavia, se del “doman non v’è certezza”, per ora la stessa presenza del primo cittadino del capoluogo appare come un’importante novità, dopo che negli anni addietro dall’ex primo cittadino, Gino Di Bartolomeo, erano arrivati i tagli agli scuolabus del Comune utilizzati per raggiungere i luoghi in cui si tenevano gli appuntamenti della rassegna culturale dedicata alle scuole.

La presentazione del cartellone 'Ti racconto un libro'
La presentazione del cartellone ‘Ti racconto un libro’

Intanto, buttandosi il passato alle spalle ‘Ti racconto un libro’ guarda al futuro e lo fa questa volta tornando alle origini, con una serie di appuntamenti che andranno da ottobre a giugno. “Finalmente – ha infatti ribadito il direttore artistico e organizzativo Brunella Santolitorniamo a essere un laboratorio permanente e offrire una serie di incontri diluiti in un arco temporale abbastanza lungo. Tuttavia, nonostante il contributo della Regione (circa 35 mila euro ndr)  – ha poi proseguito – non sono mancati gli sforzi organizzativi e strutturali per poter essere in grado di mettere in piedi una stagione intensa con personaggi di spicco. Ciò è stato però possibile anche grazie ad alcuni scrittori che hanno deciso di sposare la causa e dimezzare o, addirittura rinunciare, al proprio compenso. L’augurio è quello che in futuro si possa lavorare con più serenità e con risorse che non richiedano più sacrifici simili”.

Quello presentato alla ex Gil, sede di Molise Cultura, sarà un cartellone importante e impegnativo che aprirà con un appuntamento imperdibile in programma mercoledì 29 ottobre alle 18,30, quando la sala conferenze della Biblioteca ‘Albino’ ospiterà Francesco Piccolo, autore de “Il desiderio di essere come tutti” vincitore del Premio Strega 2014. A inaugurare il palco di questa edizione il romanzo della sinistra italiana, ma anche un racconto di formazione individuale e collettiva.

Il 3 novembre sarà il famoso cantastorie Davide Enia a raccontare il suo ‘Uomini e pecore’, una storia dove un amore si fa largo tra le crepature della guerra.

Appuntamento, invece, per il 10 novembre con Aldo Nove autore di ‘Tutta la luce del mondo’, il romanzo sulla vita di Francesco d’Assisi, raccontata dal nipote Piccardo, un ragazzino spaurito di fronte alle scelte radicali dello zio.

Non mancherà nemmeno l’appuntamento con l’atteso ‘Pugilato letterario’ che vedrà sul ring Marco Rossari e Marco Ardemagni. Tornerà in città anche la scrittrice Antonella Cilento, conosciutissima dai lettori del capoluogo e non solo.

Protagonista, poi, dell’incontro del 4 dicembre l’autore molisano Pier Paolo Giannubilo con ‘Lo sguardo impuro’, un’analisi impietosa delle meschinità del microcosmo scuola e dei piccoli e grandi segreti della provincia italiana.

Solo qualche giorno più tardi, il 10 dicembre sarà, invece, Corrado De Rosa a introdurre il tema della trattativa Stato-Mafia.

Alfredo Colitto, Francesco Viviano, Amedeo Balbi, Antonio Pascale sono poi solo alcuni dei tanti nomi che approderanno nel capoluogo.

Spazio per la 14esima edizione anche al laboratorio teatrale per gli allievi delle scuole e per i detenuti del carcere di Campobasso, così come i laboratori di scrittura che prenderanno il via la prossima primavera.

Agenda ricca di appuntamenti pure per i più piccoli ai quali l’Uli dedica ‘Ti racconto un libro infanzia’. A dare il via alle attività lo spettacolo di Kosmocomico Teatro di Milano che proporrà ‘Storia di un’ocarina pigra’ di e con Valentino Dragano. Attesissimo tornerà, infine, anche il premio regionale di narrativa intitolato a Michele Buldrini, come sempre diviso nella sezione per le scuole e quella per i giovani under 35.

Dunque, un’edizione ricca destinata a esser protagonista nel panorama culturale della città di Campobasso.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close