News dal Molise

Serie D, a Trivento il derby tra Olympia Agnonese e Isernia. Si gioca a porte chiuse

L’Olympia Agnonese, dopo aver conquistato un punto contro i cugini del Campobasso, importante per allungare la serie di risultati utili consecutivi, torna a giocare all’Acquasantianni di Trivento contro l’Isernia in un derby che sa di famiglia ma dal retrogusto amaro.

Settimana intensa per l’Olympia Agnonese, che dopo aver immagazzinato un punto importantissimo in chiave salvezza, ha lavorato duro per preparare un nuovo derby, anch’esso pesantissimo in chiave salvezza. Ottima la prova fornita a Campobasso da Ricciardi e compagni nell’ultima uscita stagionale, qualità, buona circolazione nella palla e delle individualità di altissima levatura, un Lamin Jawo pienamente ristabilito dopo un piccolo infortunio  e quanto fatto vedere dal nuovo arrivato Ancora possono essere solo due dei campanelli di allarme per la formazione pentra che negli ultimi giorni si è mossa sul mercato per cercare di rinforzare una rosa fino a questo momento non del tutto convincente.

Tanta l’attesa da parte dei tifosi granata di vedere all’opera l’ultimo colpo di mercato in ordine di tempo messo a segno dal presidente Colaizzo e dalla dirigenza granata, quel bomber che  aspettavano da tanto tempo e che con l’arrivo in maglia granata di Loris Formuso dovrebbero aver trovato.

Un attaccante dalle indiscusse doti tecniche e dall’invidiabile bagaglio di esperienza , che insieme al gambiano Lamin, al funambolico Ancora , alla frizzantezza di Sorgente ed Antonelli ed alla poliedricità tattica di Dezai, dovrebbero garantire a Foglia Manzillo un reparto offensivo capace di fare gol in qualsiasi momento. Altro colpo di mercato , messo a segno pochi giorni fa con grande audacia e professionalità dal presidente granata è Pellegrino Albanese, difensore centrale  proveniente dal Taranto capace per caratteristiche tecniche ed esperienza di colmare delle lacune spesso evidenziate nel reparto arretrato dai grifoni.

Un derby che vedrà le due squadre orfane dei propri tifosi a causa di alcune carenze strutturali dell’impianto dell’Acquasantianni di Trivento che ospiterà comunque il match alle ore 14 di domenica 9 dicembre anche se a porte chiuse come stabilito dal sindaco di Trivento e dalla Questura di Campobasso.  L’agnonese priva ancora dell’infortunato Dezai, non snaturerà il consueto 4-3-3 per affrontare i bincocelesti e tranne sorprese dell’ultimo momento dovrebbe schierare Kuzmanovic in porta, Corbo, Cassese, Albanese e Gentile in difesa, Pejic, Ricciardi e Salifu in mezzo al campo e davanti  il tridente composto da Ancora, Lamin Jawo e Sorgente con il gambiano che fino all’ultimo momento si contenderà una maglia da titolare con il neo acquisto Formuso.

L’Isernia dopo aver raccolto punti salvezza contro l’Avezzano , si presenterà a Trivento con l’abituale 3-5-2  con Tano in porta, Del Prete, Frabotta, Lenoci, Barretta, Douglas, Cacic, Fazio, Romano, Iaboni, Di Matteo. L’incontro sarà diretto da Campobasso della sezione di Formia, che si avvarà dell’ausilio di Mattera di Roma1 e D’Ilario di Tivoli.

Fabrizio Di Pietro

redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close