Politica

Di Maio a Termoli per sostenere Andrea Greco. “Tornerò da premier. Le nostre non sono alleanze ma patti con gli italiani”

Il presidente della Camera dei Deputati, Roberto Fico, ha dato mandato ai questori di Montecitorio di predisporre una proposta per il taglio dei vitalizi agli ex deputati. Con questa notizia il leader del Movimento Cinque Stelle, Luigi Di Maio, apre il suo incontro a Termoli. Lo fa davanti a una Piazza Duomo affollata, subito dopo l’intervento del candidato alla Presidenza della Regione Molise, Andrea Greco.

“Una buona notizia – prosegue Di Maio – che serve a ristabilire giustizia sociale. Non basta tagliare i privilegi della politica per aiutare i cittadini, ma finché non taglieremo quelli nessun italiano crederà mai nello Stato. Abbiamo iniziato la rivoluzione che vi avevamo promesso”.

“Vi avevamo detto che anche con questa legge elettorale saremmo stati l’ago della bilancia e così è stato. Se ci impegniamo – rincara il leader pentastellato –  in Molise possiamo eleggere il primo presidente della Regione a Cinque Stelle”.

Poi la promessa di tornare in Regione da Presidente del Consiglio, “perché – dice Di Maio – ha senso andare al Governo, solo se quel Governo sarà in grado di cambiare tutto. Non ha senso fare il premier per tirare a campare. Quello che sto chiedendo alle forze politiche – specifica ancora – non è un’alleanza, ma un contratto davanti agli italiani per mettere al centro i problemi dei cittadini e non quelli di chi vive nei palazzi”.

Subito dopo Di Maio indica la strada da seguire sulle orme del modello tedesco. “Come in Germania, – afferma – funziona che noi siamo la prima forza politica del Paese e ci prendiamo l’onere di andare a parlare con gli altri. Lo facciamo mettendo al centro i temi”.

Il leader a Cinque Stelle non perde l’occasione per tirare bordate a Berlusconi.Bisogna scegliere – dice – tra noi e lui, perché chi abbraccia quell’idea di politica, abbraccia un’idea del passato”.

Infine l’appello al voto rivolto ai molisani a cui torna a chiedere fiducia. “Sono un cittadino del Sud so quello che significa dire sostengo i Cinque Stelle: ci possono essere anche ritorsioni anche sul posto di lavoro. Ma voi – conclude – avete avuto coraggio, spero continuiate a farlo”.

redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close