Politica

Bit, Di Giandomenico non rinuncia. “Il Molise sarà presente al di là della programmazione regionale”. Numeri in crescita per il Turismo dopo l’incontro con i buyers

Il Molise anche nel 2019 sarà presente alla Bit. Lo farà attraverso l’Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo (Aast) di Termoli. Ne è convinto il commissario straordinario, Remo Di Giandomenico, che si dice pronto ad andare a promuovere la ventesima regione d’Italia anche se, dopo le dichiarazioni dell’assessore Cotugno, dovesse venir meno il contributo regionale.

L’affermazione del numero uno dell’ente della città adriatica arriva durante l’incontro con i giornalisti voluto proprio per sviscerare i numeri di ciò che la presenza alla Bit dello scorso anno avrebbe generato nel corso dei primi sei mesi del 2018 in Molise. Qui, infatti, secondo i dati raccolti rispetto allo scorso anno si è registrato il +20,4% degli arrivi e il +47,9% le presenze.

“Abbiamo ricevuto richieste di partecipazione ad altre fiere tra cui Rimini – ha, infatti, dichiarato Di Giandomenico – ma anche dall’Europa e non solo. Ecco perché come Azienda Autonoma siamo intenzionati a partecipare nuovamente alla Bit di Milano. I risultati, a nostro avviso, ci sono stati, sono molto positivi e questo ci sprona a riproporci nuovamente”.

Sviscerati nel dettaglio anche i numeri che hanno registrato una crescita nella presenza di italiani che si è assestata al 56,4%, mentre una leggera flessione c’è stata per quelle di stranieri (-1,4).

Aumentata di un giorno, sempre rispetto all’anno precedente, la presenza dei turisti che in Molise in Media preferiscono un soggiorno di tre giorni rispetto ai due del 2017.

174 sono stati, invece, gli appuntamenti fissati con i buyer di 32 Paesi prima della partenza della Bit, durante la quale ne sono stati, invece, condotti 469.

Le offerte presentate sono state 191 di cui 56 da strutture ricettive, 124 da agenzie e servizi e 11 da aziende enogastronomiche.

“Abbiamo dimostrato con i numeri che il Molise esiste” ha detto Di Giandomenico, il quale si è mostrato deciso a rinnovare l’esperienza giudicata come del tutto positiva.

Alla luce delle dichiarazioni dell’esponente dell’esecutivo regionale resta ora da capire che ruolo avrà la Regione. Lo scorso anno, infatti, l’ente di via Genova stanziò il 70% del budget per la presenza del Molise alla Bit. Il 30% fu a carico dell’Aast, per un’iniziativa costata in totale 98mila euro.

 

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close