Politica

Ruta rompe il silenzio e benedice la candidatura di Veneziale: “Con lui nuova forza per spiccare il volo”

“Quelle di Veneziale sono le scelte che aspettavamo venissero enunciate. Ora il centrosinistra ha unità e forza per spiccare il volo. Il candidato presidente ha messo nel suo programma elettorale priorità su cui ci siamo battuti per mesi”. È così che l’ex senatore Roberto Ruta rompe un lungo silenzio e interviene su quanto accaduto negli ultimi tempi nella coalizione che, dopo sfiancanti trattative, ha visto nell’assessore regionale alle Attività Produttive, Carlo Veneziale, la persona giusta per fare sintesi. Ma sul perché il nome dell’esponente della Giunta Frattura, ora in corsa per la presidenza, sia uscito fuori solo all’ultimo, Ruta con un fare allusivo dice “non chiedetelo a me”, riferendosi ovviamente alla segretaria del partito Micaela Fanelli e a Vittorino Facciolla, nome quest’ultimo sul quale più di qualcuno avrebbe voluto convergere e che non ha, però, trovato l’ok dell’Ulivo 2.0.

Incomprensioni a parte, Ruta sembra ora aver davvero voglia  di guardare al futuro pensando a quelle stesse priorità indicate da Veneziale. “Ho apprezzato molto – dice Ruta – che abbia parlato dell’inizio di una nuova storia.  Così come la sua intenzione di concentrare gli sforzi sull’emergenza lavoro e sulla sanità pubblica”.

“Per me, per noi – specifica Ruta – sono queste le scelte giuste di un centrosinistra competitivo e pronto per spiccare il volo”.

Poi l’appello agli elettori. “Scegliete – afferma l’ex senatore – prima il candidato presidente e poi esprimete la preferenza per il consigliere. Dal canto mio – prosegue – sono convinto che Carlo ha ben tre qualità: l’onestà, la trasparenza e la professionalità”.

“Una persona mite ma decisa, un uomo la cui collocazione è stata da sempre nella sinistra molisana, con l’esperienza ulivista che è poi confluita nel Pd”. Insomma per Ruta, Veneziale è l’uomo giusto al momento giusto.

Sempre Ruta ci tiene poi a evidenziare come lui stesso abbia rinunciato a due candidature: quella delle Politiche “per non smentire il percorso avviato sul territorio” e quella alle Regionali, “in favore dell’unità”.

L’ex inquilino di Palazzo Madama tranquillizza tutti anche sulle rotture interne di chi dopo il nome di Veneziale ha deciso di fare un passo indietro. “Ho sentito tutti – dice – e con ognuno di loro il dialogo è sereno e aperto al confronto”.

Intanto, l’ex senatore si dice soddisfatto per la lista Molise 2.0 che sarà presentata domani. “Una lista – specifica Ruta – dove ci sono zero uscenti e con la quale si vuole puntare davvero sul cambiamento”.

fabyab

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close