Politica

Elezioni regionali, schieramenti senza il candidato presidente: ore cruciali per centrodestra e centrosinistra

Elezioni regionali, schieramenti senza il candidato presidente: ore cruciali per centrodestra e centrosinistra

Gioca d’anticipo il Movimento Cinque Stelle già pronto per presentare alla stampa il suo giovane candidato presidente. A due settimane dalla presentazione delle liste nel centrodestra e nel centrosinistra continua a regnare il caos. Se il secondo schieramento è uscito indebolito dallo scorso 4 marzo, non va meglio dall’altra parte dove, dopo il dietrofront del giudice Di Giacomo si sta cercando un nome che metta d’accordo tutti.

Una figura trasversale che possa arginare i pentastellati, ma allo stesso tempo avere la meglio su un centrosinistra che correrà diviso.

A dare l’ultimatum che intende suonare più come una certezza è stata qualche ora fa la neo eletta parlamentare di Forza Italia, Annaelsa Tartaglione. “Entro 24 ore – ha detto la deputata forzista – il centrodestra individuerà il suo candidato alla carica di Governatore”.

Proprio per risolvere questo rebus sono stati chiamati gli esponenti di centrodestra riuniti al Centrum Palace. In un altro albergo del capoluogo, al Rinascimento, Frattura ha chiamato i suoi per ricevere la ‘benezione’ per una nuova candidatura.

In queste ore le ipotesi e i nomi dei papabili soprattutto nella coalizione del centrodestra si sono susseguiti quasi in maniera compulsiva. Nunzio Luciano, Rosario De Matteis, Tecla Boccardo sono solo alcuni nomi finiti nel calderone degli ‘spendibili’.

Così, mentre più di qualcuno vocifera che senza il candidato giusto Patriciello potrebbe alla fine anche decidere di tornare ad appoggiare il presidente uscente, al momento ancora nessuna voce unitaria sembra essere capace di uscire allo scoperto. Ma il tempo stringe, ora più che mai.

 

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close