Politica

Palazzo D’Aimmo, nominate le segreterie politiche dell’Ufficio di Presidenza e delle Commissioni consiliari permanenti

Tutti i nomi dei nuovi collaboratori di Micone, Cefaratti, Manzo, Calenda, Nola, Pallante, D'Egidio e Scuncio

Nomi e cognomi messi nero su bianco nelle delibere con le quali, a Palazzo D’Aimmo, sono state composte le segreterie particolari dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale del Molise e delle Commissioni consiliari permanenti.

Si tratta di persone di fiducia che, nella maggior parte dei casi, hanno seguito da vicino la campagna elettorale dei diversi candidati.

Due uomini e una donna per la segreteria particolare del consigliere Quintino Pallante, presidente della quarta Commissione consiliare. Con lui, per 18 ore settimanali, collaborerà Tiziana Gallo, inquadrata con un contratto di categoria B3. Stesso impegno anche per Vincenzo D’Attilio. 12 ore di lavoro settimanali, invece, per Mario Annuario. Quest’ultimo, ex collaboratore dell’ufficio del consigliere di centrosinistra della scorsa legislatura, Carmelo Parpiglia, nel 2014 si vide soffiare un posto tra gli scranni di Palazzo San Giorgio per solo un voto di differenza con l’attuale consigliere Gianluca Maroncelli. Annuario corse con la lista ‘Segnale Civico’ a supporto dell’attuale sindaco Battista.

Uno staff in rosa, invece, per la segreteria particolare della segretaria dell’Ufficio di Presidenza, la consigliera Filomena Calenda che ha voluto ad affiancarla la giornalista Carla Ferrante, ex collaboratrice dello staff di Nunzia Lattanzio e attuale direttore di un giornale locale telematico. Insieme a lei Liliana Sabelli, Angela Testa e Maria Antonietta Viti. Per tutte loro 12 ore di lavoro a settimana e un contratto di categoria C1.

A supportare il Presidente della III Commissione consiliare permanente, Armandino D’Egidio, c’è la giornalista Dolores Calandrella. Per la collaboratrice della redazione sportiva di Telemolise un contratto di categoria C part-time per 24 ore settimanali. Lo stesso dell’altro collaboratore di D’Egidio, Giuseppe Concettini.

Ad affiancare il lavoro della Presidente della II Commissione consiliare permanente, la consigliera Eleonora Scuncio, che ha fatto il suo ingresso a Palazzo D’Aimmo al posto dell’ex governatore Iorio, la giornalista Giovanna Ruggiero, da sempre vicina all’ex presidente del Molise. Insieme a lei Manuela Berardo, candidata alle scorse regionali nella lista ‘Iorio per il Molise’. Berardo che, come Annuario, nel 2014 tentò la corsa alle comunali con la lista dell’Italia dei Valori è figlia dell’ex consigliere regionale e presidente del Campobasso calcio, Adelmo Berardo. Sempre con la Scuncio c’è poi Pier Francesco Petrollini: per tutti e tre i collaboratori contratti di categoria B3 part-time per 18 ore settimanali.

Unico contratto per 36 ore settimanali quello in capo alla segreteria del consigliere dell’Ufficio di Presidenza, Vittorio Nola, che va a Nicandro Gesi. Stessa cosa per la collega Patrizia Manzo che, nello staff della vicepresidenza del Consiglio, avrà solo un collaboratore a 36 ore settimanali. Si tratta di Pasquale Casmirro, tra gli attivisti del Movimento Cinque Stelle, inquadrato con un contratto di categoria D1, a differenza di Gesi che entra con uno C1.

Staff al maschile per Gianluca Cefaratti. A operare nella segreteria particolare del Vicepresidente del Consiglio regionale saranno Paolo Mancini e Ostilio Mancini. I due che, nonostante condividano lo stesso cognome non hanno legami di parentela, sono stati inquadrati con un contratto di categoria C.

Due donne, invece, per l’Ufficio del Presidente del Consiglio. Si tratta di Serena Spidalieri e Lidia Varsalone.  30 ore di impegno settimanale e un inquadramento D1 per la prima, già collaboratrice di Micone nella precedente legislatura, così come la Varsalone che svolgerà, invece, 18 ore di lavoro settimanali per un contratto part-time categoria C.

All’appello manca solo la nomina della segreteria politica di Andrea Di Lucente, presidente della prima Commissione.

A fine del mese di maggio, intanto, erano già stati assunti i primi collaboratori degli assessori regionali Vincenzo Niro, Luigi Mazzuto e Vincenzo Cotugno. Nello staff del primo ci sono Domenico Boccia, vicesindaco del Comune di Baranello, Claudia Passarelli e Gennaro Niro. Tra le fila dei collaboratori dell’ex presidente della Provincia di Isernia, Cecilia Di Lauro responsabile della segreteria di Mazzuto. Nello staff, insieme a lei, anche Francesco Caldarola, Francesca Iafelice (candidata non eletta nella lista della Lega) e Daphne Del Rosso. Tra le fila dei collaboratori di Mazzuto anche la dipendente regionale Francesca Spallone, il cui compenso non andrà a pesare sul badget assegnato all’esponente dell’esecutivo.

Il dipendente regionale Domenico Esposito continuerà ad affiancare, invece, l’assessore regionale Cotugno che, così facendo, ha ancora intatta la somma prevista per le sue funzioni.

A finire di comporre il puzzle, iniziato con le nomine fatte dal governatore Toma, ancora alcuni contratti per le segreterie di Cavaliere e Di Baggio, così come lo stesso Di Lucente, che potrebbero arrivare a breve.

fabyabb

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close