Politica

Concorsi in Regione e anomalie, il 12 novembre la questione arriva nell’Aula di via IV Novembre: Ok al Consiglio monotematico

Gli avvisi pubblici della Regione hanno sollevato polveroni e polemiche. Non solo quelli delle minoranze, perchè durante il Consiglio regionale del 22 ottobre scorso è accaduto l’imponderabile. Le procedure concorsuali sono finite perfino nel mirino del consigliere di maggioranza Di Lucente.

Affermazioni gravi quelle dell’esponente dei Popolari per l’italia che nell’aula di via IV Novembre ha apertamente dichiarato di aver ricevuto mail e telefonate anonime con i nomi dei cinque dirigenti che si sarebbero agiudicati il concorso. “Porto le carte in Procura”, aveva dichiarato Di Lucente. Subito dopo il Movimento Cinque Stelle aveva chiesto al governatore di annullare gli avvisi pubblici in autotutela.

Troppi i vizi di quei bandi, segnalati tra l’altro anche dai sindacati che ne avrebbero indicati almeno sette.

Sulla questione ritorna ora anche la capogruppo del PD in Consiglio, Micaela Fanelli, che fa sapere come insieme al collega Facciolla e a tutti gli esponenti pentastellati, abbiano richiesto e ottenuto un Consiglio monotematico che è stato calendarizzato per il prossimo martedì 12 novembre.

“In qualità di consiglieri regionali, – dice la rappresentante del Partito Democratico – l’obiettivo è infatti quello di comprendere gli indirizzi utilizzati per stilare gli avvisi e offrire contributi per dissipare, nell’interesse della Regione, ogni dubbio, e per assicurare la necessaria trasparenza e correttezza di ogni scelta. Nel corso del consiglio monotematico del prossimo 12 novembre chiederemo, altresì, di discutere anche quanto sollevato con la mozione riguardante i dipendenti delle comunità montane e quella sui precari dell’Agenzia Regionale della Protezione Civile, mentre altre forze politiche in Consiglio Regionale hanno presentato ulteriori richieste sulla selezione della dirigenza regionale. Ringrazio, dunque, il Presidente del Consiglio Salvatore Micone per aver accolto con solerzia la nostra richiesta di seduta monotematica dove, – conclude la Fanelli – speriamo, tutte le questioni attinenti ai concorsi potranno essere trattate in maniera approfondita, per assicurare le necessarie e doverose risposte ai lavoratori interessati e a tutti coloro che vorranno accedere alle future selezioni”.

Tra una settimana la seduta del Consiglio si preannuncia decisamente calda, con le minoranze pronte a fare fronte comune, ma anche a tentare di portare sulle loro posizioni i dissidenti della maggioranza, Romagnuolo e Calenda in primis. Con una particolare attesa per quella che sarà la posizione di Di Lucente, dopo l’exploit della scorsa riunione dell’Assise regionale.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close