Politica

Regionali, è caccia al leader. Sindaci e amministratori sostengono un Frattura bis. Brancola nel buio il centrodestra: 48 ore per il nome

A dodici giorni dalla presentazione delle liste il panorama politico locale ancora stenta a delinearsi. Dopo le riunioni di ieri sera sembra andare meglio nel centrosinistra, dove circa 200 amministratori e un’ottantina di sindaci hanno firmato un documento per rivendicare l’azione svolta dal governo regionale in questi ultimi cinque anni.

Messo nero su bianco, dunque, l’impegno in vista delle prossime regionali dove a questo punto l’ipotesi ormai più che probabile di un Frattura bis.

Correrà da solo, almeno per quanto si apprende al momento, il senatore Roberto Ruta, per la cui posizione si potrebbe esprimere il Pd nazionale. Ma proprio tra le file dell’Ulivo 2.0 non mancano i malcontenti che hanno indotto alcuni attivisti a rimarcare di aver voluto alla guida personalità differenti dall’ex rappresentante della regione a Palazzo Madama.

Brancola, invece, ancora nel buio il centrodestra dopo il ‘gran rifiuto’ del giudice Di Giacomo.

Un nulla di fatto quello venuto fuori alla riunione di ieri sera al Centrum Palace, da dove è emerso soltanto che il nome di chi guiderà la coalizione, nelle prossime ore, sarà messo al vaglio dei leader nazionali. Ma il tempo stringe e anche dal centrodestra assicurano che la risposta dovrebbe arrivare a breve: al massimo entro 48 ore.

La vera sfida sarà quella di trovare la quadra anche per la presentazione delle liste, per le quali resta davvero pochissimo.

 

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close