Politica

Molise Acque sfida la crisi: 90mila euro per due consulenze. Il CdA presieduto da Santone cerca un suo doppione: un consulente per la strategia aziendale

Consulenza strategica organizzativa e di definizione delle linee guida strategiche aziendali e assistenza tecnica, giuridico e contabile.

L‘azienda speciale Molise Acque, in tempi di crisi per i cittadini molisani, aggravati dall’emergenza sanitaria, sembra non conoscere la parola ‘default’ economico in cui sono caduti tanti molisani.

Si legge nella delibera del Consiglio d’Amministrazione numero 38 dell’11 maggio 2020, come rilevato che l’Azienda deve garantire il pieno rispetto della normativa vigente in tema di efficientamento della macchina operativa in termini di adeguamento delle strutture organizzative, del macro-modello dei processi, dei meccanismi di relazione tra le strutture delle organizzazioni, e delle modalità di relazione e coordinamento con i soggetti esterni; preso atto che l’Azienda necessita di un intervento volto ad analizzare l’attuale modello di governance, i processi/compiti e gli schemi di funzionamento in essere nella vigente articolazione con l’obiettivo di individuare possibili aree di miglioramento e di consentire all’Azienda di migliorare ed efficientare il suo impianto operativo per il raggiungimento di adeguati standard di efficacia ed efficienza, di compliance normativa e di incremento di performance a supporto delle attività operative; preso atto che l’emergenza in corso Covid-19 richiede una particolare attenzione alle organizzazioni, i cui processi e procedure devono essere conformi a quanto previsto dalle recenti disposizioni in materia di emergenza sanitaria, sia con riferimento alla salute dei lavoratori e sicurezza dei luoghi di lavoro, nonché in tema di organizzazione delle attività e gestione delle relazioni, visto lo schema di progetto allegato al presente atto che ne costituisce parte integrante e sostanziale; visto che l’importo stabilito per l’esecuzione del Servizio è pari ad € 35.000,00, IVA esclusa, da intendersi per una durata di 8 mesi consecutivi dalla data di avvio; considerato che l’Azienda, per le finalità di cui sopra, vuole procedere con l’affidamento di incarico relativo all’analisi organizzativa e definizione delle linee guida strategiche; che l’art. 36, comma 2 lettera “a” del codice degli Appalti prevede che l’affidamento e l’esecuzione di lavori, servizi e forniture di importo inferiore a 40.000 euro possa avvenire tramite affidamento diretto; che a tal fine, l’Azienda condurrà una procedura finalizzata all’individuazione di una Società in grado di assicurare la predetta fornitura di gestione del servizio in oggetto attraverso un’indagine di mercato mediante la consultazione della piattaforma del Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA).

Si legge, invece, nella delibera del Consiglio d’Amministrazione numero 37 dell’11 maggio 2020, come “sia necessario garantire il pieno rispetto della normativa vigente in tema di contabilità aziendale attesa la particolare impostazione finanziaria e civilistica dell’Ente; con nota prot. nr. 1090 del 23.01.2020 il responsabile dell’Ufficio Contabilità Economica e Fiscale ha trasmesso al Responsabile dell’Ufficio LL.PP. e Gare D’appalto il capitolato speciale d’appalto propedeutico all’espletamento della procedura di gara per l’affidamento del servizio in parola.
Considerato che il presente provvedimento risulta motivato da esigenze organizzative e funzionali inderogabili, nell’intento di garantire una corretta gestione dell’attività e un buon andamento dell’apparato amministrativo; per poter adempiere con l’urgenza manifestata, confermando – contestualmente – l’assenza di adeguate risorse lavorative in relazione agli uffici preposti alla redazione del bilancio di esercizio, al fine di consentire il corretto funzionamento delle attività di Bilancio e di supporto ed assistenza contabile e fiscale anche per la definizione della chiusura del bilancio di competenza anno 2020 e del bilancio di competenza anno 2021 nonché per l’invio degli adempimenti verso le amministrazioni dello Stato e così ripristinare la correntezza operativa è necessario ricorrere all’affidamento esterno di operatori economici; ritenuta l’iniziativa in parola è meritevole di essere espletata; di dare atto di indirizzo al dirigente per gli atti consequenziali e necessari all’affidamento del servizio in oggetto per l’importo a base di gara pari a 34.500 euro e un impegno complessivo di 43.470 euro”.

Redazione

CBlive

Articoli Correlati

Lascia un commento

Back to top button

error: Contenuto protetto !!
Close