Politica

‘Che nessuno tocchi l’autonomia del Molise’: la politica molisana al convegno con un solo diktat: “L’unione farà la forza del nostro popolo”

salvaguardia molise
Il tavolo dei relatori

La politica molisana si è ritrovata nel pomeriggio di lunedì 15 settembre nella sala della Costituzione della Provincia di Campobasso, dove si è discusso della salvaguardia dell’autonomia della Regione Molise. Presenti in sala anche diversi esponenti della società civile regionale. Tavolo dei relatori ricco di nomi importanti dello scenario politico molisano: dal Presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis, che ha organizzato il convegno, insieme con il Guerriero Sannita, Giovanni Muccio, all’ex Governatore Michele Iorio, passando per Enzo Di Giacomo, presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Molise, per il sindaco di Campobasso, Antonio Battista, all’economista Lucio Di Gaetano.

“Se parliamo di macroregione e di una revisione generale territoriale – ha affermato il magistrato Di Giacomo – possiamo anche pensare di parlarne, ma questo progetto non può prevedere un capoluogo, dove ci sono tutti i servizi, e il deserto intorno. I servizi essenziali devono restare anche in una prospettiva di macroregione, anche perché non è vero quello

I consiglieri regionali presenti al dibattito: Fusco Perrella, Lattanzio e Cotugno
I consiglieri regionali presenti al dibattito: Fusco Perrella, Lattanzio e Cotugno

che sento dire che i piccoli uffici, perché tali, siano meno efficienti di quelli più grandi. È impensabile chiudere la Corte d’Appello e per scongiurare tale ipotesi, in questi giorni, abbiamo lavorato su due soluzioni, che terremo segrete per non bruciarle”.

Presente anche l’ex senatore Alfredo D’Ambrosio: “L’autonomia del Molise è intoccabile. Ho sentito dire che il Molise non deve esistere perché il numero degli abitanti non è elevato e che qui non c’è criminalità. Non credo che debbano essere questi i requisiti per l’esistenza di una regione. Io ho preso posizione e ho invitato gli amministratori locali e i consiglieri regionali di presentare le proprie dimissioni”.

E a proposito di amministratori e politici: in platea anche i consiglieri regionali Angela Fusco Perrella e Nunzia Lattanzio, il presidente del Consiglio provinciale e attuale vicesindaco di Campodipietra, Gianluca Cefaratti, l’avvocato tributarista Franco Mancini e l’ex senatore Giuseppe Astore.

“La storia del Molise va protetta e il nostro compito è quello di far capire a chi governa a Roma che la nostra regione ha pari dignità a tutte le altre”: le affermazioni del presidente della Provincia di Campobasso, Rosario De Matteis.

Tra gli uditori anche l'ex senatore Giuseppe Astore e il tributarista Franco Mancini
Tra gli uditori anche l’ex senatore Giuseppe Astore e il tributarista Franco Mancini

Per Giovanni Muccio, il Guerriero Sannita, promotore del convegno: “Siamo in prima linea per la salvaguardia del Molise, che non deve essere annesso a nessun altra realtà territoriale. Dobbiamo iniziare col difendere l’autonomia della Corte d’Appello, per lottare affinché il Molise non perda la sua autonomia amministrativa. Serve l’impegno di tutti: l’unione dovrà rappresentare la forza del popolo molisano”.

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close