Politica

Zuccherificio, Iorio assolto, pronto a rientrare a Palazzo D’Aimmo. Lo scenario politico regionale destinato a cambiare

Michele Iorio rientra in Consiglio regionale. La Cassazione, infatti, ha assolto “perché il fatto non sussiste” l’ex governatore, ribaltando la sentenza d’Appello e confermando quella di primo grado. Insieme a Iorio, assolto anche l’ex assessore regionale al Bilancio, Gianfranco Vitagliano.

Il Procuratore Generale aveva chiesto l’assoluzione per avvenuta prescrizione, ma l’avvocato Arturo Messere, nonostante la prescrizione già avvenuta, ha ritenuto di chiedere l’assoluzione per non aver commesso il fatto, con soddisfazione doppia per il legale e il suo assistito.

Il procedimento era quello relativo alla cessione delle quote di proprietà dello Zuccherificio di Termoli a Remo Perna, ex imprenditore tessile di Isernia.

L’ex presidente della Giunta regionale del Molise, eletto in Consiglio regionale lo scorso 22 aprile, nella lista ‘Iorio per il Molise’, dunque, rientra tra i banchi di Palazzo D’Aimmo, subentrando a Eleonora Scuncio.

Iorio potrebbe rientrare tra i banchi di via IV Novembre già lunedì 1° ottobre 2018, al prossimo Consiglio regionale.

Lo scenario politico, dunque, è destinato a cambiare. Iorio, che ha vissuto cinque anni tra i banchi dell’opposizione, sicuramente, non starà a guardare, anche perché la condanna in Appello, cancellata dalla Cassazione, impedì all’ex governatore di subentrare in qualsiasi trattativa per una candidatura quale leader del centrodestra.

Sembrerebbe che Iorio potrebbe trovare nel Sottosegretario Quintino Pallante un alleato forte in Consiglio regionale. E non è da escludere che l’ex governatore chieda immediatamente a Toma di rivedere la Giunta, per rientrare nell’esecutivo regionale, che Iorio ha guidato, senza interruzioni, dal 2001 al 2013.

redazione

CBlive

Articoli correlati

error: Contenuto protetto !!
Close