Politica

Comizio di Salvini, a Campobasso balconi di protesta. Striscioni e militanti in piazza. Anche il PD aderisce

Così come a Brambate, Salerno o San Giuseppe Vesuviano, anche a Campobasso in molti hanno già aderito alla protesta contro la visita che il ministro Matteo Salvini farà nel capoluogo per tirare la volata alla candidata sindaco della Lega, Maria Domenica D’Alessandro e a tutti gli altri candidati della lista.

L’incontro si sarebbe dovuto tenere in Piazza Gabriele Pepe, ma a causa del maltempo è stato spostato al Centrum Palace di via Vico alle 21,30 di mercoledì 15 maggio.

La mobilitazione, intanto, era stata già avviata. In tanti, sui social, nei giorni scorsi si erano appellati ai residenti della piazza dove il vicepremier avrebbe dovuto tenere il suo comizio per poter apporre striscioni sui balconi di quell’area.

Nonostante l’evento della Lega sia stato trasferito al chiuso, la protesta organizzata dagli esponenti della Casa del Popolo e l’Unione degli Studenti ha preso il via e su numerosi balconi sono state apposte diverse scritte.

Gli striscioni appesi vanno da prima gli esseri umani” a “restiamo umani” o “Campobasso schifa la Lega”. Non mancano anche striscioni diretti contro Salvini.

Lello Bucci e Bibiana Chierchia (PD)

Ad aderire alla protesta anche la Sinistra Italiana del Molise e il Partito Democratico. Dalla sede regionale di via Ferrari il consigliere Lello Bucci e il vice sindaco Bibiana Chierchia hanno esposto lo striscione di protesta. “Il Molise resiste ai fascisti” la scritta che capeggia al secondo piano del palazzo che affaccia sulla strada della movida della città.

Il PD ha, inoltre, aderito alla manifestazione organizzata nelle ore precedenti alla venuta del ministro dell’Interno, reo per il centrosinistra, di “calpestare i valori antifascisti della Costituzione e usare le diseguaglianze come arma elettorale”.

Già alla presentazione della lista della Lega non erano mancate azioni eclatanti. In Piazzetta Palombo non solo erano stati esposti drappi rossi e diffuse le note di ‘Bella Ciao, ma su alcuni manifesti della Lega, lasciati incustoditi, era apparsa proprio la scritta evocativa del canto dei partigiani. Un fatto denunciato alle Forze dell’Ordine dagli stessi rappresenatnti locali del partito del Carroccio.

Intanto, l’appuntamento di domani, come fanno sapere i tesserati, è alle 19,00 dinanzi alla sede del partito di via Ferrari per dirigersi insieme in Piazza Vittorio Emanuele II, dove si terrà la manifestazione di protesta.

Sempre in relazione alla visita di Salvini, l’esponente di ‘Io amo Campobasso’ in corsa per lo scranno più alto di Palazzo San Giorgio, Paola Liberanome, si è rivolta alla D’Alessandro affinchè la candidata del centrodestra prenda le distanze dalle politiche nazionali del suo partito su immigrazione e xenofobia e derive totalitarie”.

Redazione

CBlive

Articoli correlati

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!
Close